Cosa dovrebbe succedere dal 15 novembre per evitare un lockdown totale

La data è cerchiata in rosso sul calendario del governo

10/11/2020 di Gianmichele Laino

lockdown 15 novembre

Vorremmo tutti che la curva del coronavirus in Italia si abbassasse all’improvviso, da un giorno all’altro, come se le misure di contenimento – automaticamente – potessero avere un effetto già l’indomani sui dati comunicati dal ministero della Salute. Tuttavia, valutare gli effetti delle misure restrittive sui contagi è un procedimento lento, che ha bisogno di tempo. Ecco perché adesso non si può parlare già di un lockdown 15 novembre con certezza matematica: l’ipotesi è circolata su diversi quotidiani e siti d’informazione e il governo la starebbe prendendo in considerazione. Ma ci sono degli aspetti che vanno valutati.

LEGGI ANCHE > Zaia: «Da chi dipenderà un nuovo lockdown? In parte dai cittadini»

Lockdown 15 novembre, cosa va preso in considerazione

Siamo sicuri che ci sarà un lockdown 15 novembre? In realtà, quella data è cerchiata in rosso sul calendario del governo per fare una prima valutazione. Si pensi, ad esempio, che in questi giorni dovrebbero valutarsi gli effetti dei dpcm precedenti, quelli che hanno sancito l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto e quello della chiusura anticipata dei ristoranti. Tuttavia, si trattava ancora di interventi parziali rispetto ai singoli lockdown territoriali che sono stati sanciti, sulla carta, con il dpcm del 3 novembre, ma nella prassi sono partiti dal 6 novembre, dopo la definizione delle aree rosse, arancioni e gialle da parte del ministero della Salute.

Lockdown 15 novembre? A quell’altezza solo la data di monitoraggio

Dopo 10-15 giorni (ed ecco, dunque, spiegata la data del 15 novembre come primo step di valutazione) bisognerà quindi capire quanto i lockdown territoriali abbiano inciso sulla curva dei contagi. Il governo si aspetta un risultato importante, anche perché le regioni rosse (Lombardia, Piemonte e Valle D’Aosta, oltre alla Calabria) rappresentavano una percentuale importante sui contagi registrati in tutta Italia. Mitigare l’effetto del coronavirus in Lombardia, ad esempio, significa che in alcuni giorni si va a incidere su 1/4 dei contagi a livello nazionale. Occorrerà capire se, il 15 novembre, la situazione sarà effettivamente in miglioramento.

In caso contrario, non si escluderanno restrizioni più allargate, omogenee su tutto il territorio nazionale. La verità è che, ormai, prima di questo passaggio decisivo, è stato fatto di tutto per evitare il lockdown totale.

Share this article