Legge di Bilancio, il Consiglio dei Ministri dà il via libera solo all’alba

di Gaia Mellone | 16/10/2019

Legge di Bilancio, il Consiglio dei Ministri dà il via libera solo all'alba
  • Il Consiglio dei Ministri si è concluso all'alba

  • Il via libera alla legge di bilancio «salvo intese»

  • Tutto in una notte: documento di programmazione, decreto fiscale, manovra

È andato avanti fino alle cinque del mattino il Consiglio dei Ministri sulla Legge di Bilancio. Questo perché «si è voluto far tutto»: da quota 100 alla lotta all’evasione fiscale, dal bloccare l’incremento dell’Iva fino alla soglia per i pagamenti in contanti. E alla fine, arriva il via libera, sempre «salvo intese».

Legge di Bilancio, il Consiglio dei Ministri dà il via libera solo all’alba

LEGGI ANCHE> Cos’è la legge di Bilancio | VIDEO

Via libera «salvo intese» alla legge di Bilancio 2020 e al decreto fiscale collegato. All’alba del mattino il Consiglio dei Ministri sulla legge di bilancio si scioglie, con speranze positive. Tutto sembra essere stato fatto in una notte: documento di programmazione, decreto fiscale, manovra. Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri spiega che il Cdm è riuscito a «sterilizzare completamente l’aumento dell’Iva». Come? mettendo nella manovra tre miliardi nel 2020 per la riduzione del cuneo fiscale. «E rilancia misure a sostegno della crescita come l’industria 4.0» continua Gualtieri, aggiungendo anche che «è stata introdotta per il 2020 una detrazione per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici (il ‘bonus facciate’) per dare un nuovo volto alle nostre città».

La manovra inoltre proroga le detrazioni «per la riqualificazione energetica, gli impianti di micro-cogenerazione e le ristrutturazioni edilizie» insieme a quelle previste per chi acquista mobili ed elettrodomestici di classe energetica elevata dopo la ristrutturazione della propria casa.

Giuseppe Conte: «Siamo soddisfatti»

«La manovra è espansiva – ha commentato Giuseppe Conte – dobbiamo ritenerci soddisfatti, pure in un quadro di finanza pubblica particolarmente complesso siamo riusciti a evitare l’incremento Iva che era il nostro primo obiettivo». Il presidente del Consiglio ha anche aggiunto che «potendo poi ridisporre di risorse finanziarie aggiuntive che si sono manifestate nelle ultime settimane» per il governo è stato possibile «costruire una manovra che realizza vari punti del programma». Il presidente del Consiglio ha poi spiegato il piano “Italia Cashless che «incentiva l’utilizzo della moneta elettronica e i pagamenti digitali per favorire l’emersione dell’economia sommersa». Si tratta di un «corposo piano di contrasto dell’evasione» fiscale, che concorda con l’obbiettivo primario del governo di«inasprimento delle pene per i grandi evasori».

(Credits immagine di copertina:  ANSA/ANGELO CARCONI)