Le Iene in versione virtuale tornano con ottimi ascolti tv, soluzione per il futuro?

22/04/2020 di Thomas Cardinali

Il ritorno de Le Iene su Italia 1 era molto atteso dato che la trasmissione era ferma dallo scorso 4 marzo a causa del coronavirus. La decisione della produzione è stata quella di tenere ancora ai box Alessia Marcuzzi e Nicola Savino, infatti la conduzione ieri è stata affidata dal trio di inviati composto da Matteo Viviani, Giulio Golia e Filippo Roma. Nelle anticipazioni si era già parlato di grandi novità, ma quando si è aperto il collegamento subito il pubblico de Le Iene ha storto la bocca: come mai i tre conduttori erano l’uno al fianco dell’altro senza guanti e mascherine protettive? La risposta all’enigma è arrivata però subito in apertura di trasmissione.

Filippo Roma ha subito svelato che si trattava di un trucco tecnologico, infatti l’immagine dei tre conduttori registrata in tre luoghi è stata sovrapposta in uno studio virtuale permettendo al pubblico di credere che la distanza non ci fosse. Le Iene dunque ha semplicemente sfruttato un’innovazione tecnolgica, anche perché nello specifico Viviani era a Milano, mentre Roma e Golia nella Capitale. I tre hanno dimostrato proprio in apertura di trasmissione con dei movimenti come in realtà non fossero così vicini come poteva sembrare in un primo momento. Il malinteso è serpeggiato soprattutto sui social, specie per chi si è collegato a trasmissione iniziata visto che l’avviso non è stato più ripetuto. Formula comunque vincente per Le Iene, che con il ritorno in onda hanno segnato il 12,42% con 2,669 milioni di spettatori collegati.

Le Iene apri pista, ma c’è anche una altro precedente in virtuale

gianna nannini ologramma
gianna nannini ologramma ad X-Factor

La soluzione adottata dalla produzione del programma di Italia 1 potrebbe aprire la strada ad una rivoluzione televisiva in tempo di coronavirus e permettere al pubblico di poter fruire di un prodotto più vicino alla normalità. Resta comunque il dubbio se sia riproponibile per un’altra tipologia di show, anche perché Le Iene è una trasmissione molto statica. Come sarebbe possibile riproporlo per altri programmi come Ballando con le Stelle o Amici Celebrities in cui nel ballo il contatto fisico è fondamentale? L’esperimento aveva già avuto successo il 14 novembre dello scorso anno con Gianna Nanni che cantò virtualmente con il suo ologramma ad X-Factor. Forse questa può essere una buona risposta della televisione al coronavirus.

Share this article