Ilaria D’Amico critica il governo: pronta a scendere in campo in politica?

Ilaria D'Amico a L'aria che tira si è lanciata in un'analisi dell'operato del governo ai tempi del Covid riassumendo la sua posizione politica

21/11/2020 di Ilaria Roncone

ilaria d'amico sul governo

Ilaria D’Amico, nota statista – si fa per dire – che parla di «incapacità e approssimazioni del governo». In collegamento con L’aria che tira la ex giornalista sportiva ha parlato dell’operato del governo in emergenza Covid esprimendo non poche perplessità, in particolare in merito all’operato durante la seconda ondata della pandemia. «Sono stata estremamente aperta nei confronti delle varie impreparazioni che ha mostrato il governo nei confronti della prima ondata Covid, ora no».

LEGGI ANCHE >>> La resa dei conti tra Locatelli e Crisanti

Ilaria D’Amico sul governo: «Prima ho compreso la mancanza di preparazione , ora no»

«La prima ondata Covid è stata una catastrofe che si è abbattuta di dimensioni incalcolabili e con connotati assolutamente non leggibili, quindi ci stava l’impreparazione del governo», sentenzia la D’Amico. Per questa seconda fase, invece, la conduttrice allude a una serie di «errori oggettivamente imperdonabili che sono i classici errori italici. Il fatto di non essersi parlati tra ministeri, non aver messo su un tavolo chiaro sui trasporti, sulle scuole, sulla differenziazione degli orari di ingresso».

La critica per la mancata differenziazione degli orari di ingresso

Gli studenti devono entrare in orari diversi rispetto ai lavoratori, più tardi, e su questo il governo non ha lavorato abbastanza secondo la D’Amico. «Perdere un’ora o due ore di didattica ma rispetto a tutto quello che sta succedendo è il minimo se i ragazzi entrano alle nove e mezzo anziché alle otto e mezzo. O viceversa, scaglioniamo gli ingressi di chi deve andare in ufficio». Myrta Merlino non risparmia la battuta a Calenda in studio: «Ilaria, sei sempre molto d’accordo con lui. Forse una tessera di Azione potremmo mandargliela». «Presidenza di Azione», ribatte Calenda.

La posizione politica Ilaria D’Amico

Tra le risate la D’Amico afferma: «Normalmente sono d’accordo con le persone che hanno un pensiero riformista e moderato mentre non amo molto quelli che danno le ricette facile perché la vita non è facile e questo, quando hai compito quarant’anni, te l’ha insegnato la vita in tutti i modi». Stoccata finale all’esecutivo: «Le ricette facili non ci sono, ci sono semplicemente le capacità messe a disposizione in una rete sempre più ampia per dire “questo lo do fare io” e “questo non lo so fare, mi faccio aiutare da qualcun altro”».

Share this article