Harvey Weinstein pagherà 44 milioni di dollari per chiudere i processi

di Gaia Mellone | 24/05/2019

Harvey Weinstein pagherà 44 milioni di dollari per chiudere i processi
  • Harvey Weinstein è sotto inchiesta del procuratore distrettuale di Manhattan dall'ottobre 2017

  • Secondo Wall Street Journal e Associated Press il produttore avrebbe raggiunto un accordo provvisorio

  • L'accordo non salva Weinstein dai processi previsti a settembre per stupro

Harvey Weinstein avrebbe raggiunto un accordo provvisorio con il procuratore generale di New York che prevede dei risarcimenti legati alla maggioranza delle accuse a suo carico. Non riguarda però i processi per stupro previsti per settembre.

Harvey Weinstein pagherà 44 milioni di dollari per chiudere i processi

Harvey Weinstein ha patteggiato un accordo intorno ai 44 milioni di dollari che chiuderebbe alcuni dei processi a suo carico. Secondo quanto riportano Wall Street Journal e Associated Press, l’accordo provvisorio prevede che Weinstein ripartisca la somma di 30milioni di dollari tra alcune delle donne che lo hanno accusato di molestie in una causa di gruppo, tra i creditori dell’ex studio di produzione cinematografica di sua proprietà e alcuni suoi ex dipendenti. Altri 14 milioni di dollari sarebbero le spese legali del pool di avvocati assunto dall’ex re di Hollywood.

In questo modo Weinstein chiuderebbe una buona parte delle 15 cause legali intentate contro di lui, in particolare quella civile presentata dal procuratore generale che lo accusa di aver violato le leggi sul lavoro, permettendo e non ostacolando maltrattamento, intimidazione e manipolazione delle donne assunte.

Questo accordo, che è ancora provvisorio, non salverà però Harvey Weinstein dai processi penali previsti per settembre, dove il produttore dovrà rispondere delle accuse di stupro e di esecuzione di atto sessuale non consensuale.

 

(credits immagine di copertina:  © Lev Radin/Pacific Press via ZUMA Wire)