Giuseppe Conte si auto-proclama Presidente della Repubblica | VIDEO

di Enzo Boldi | 12/02/2019

Giuseppe Conte si proclama Presidente della Repubblica
  • Giuseppe Conte si è auto-proclamato Presidente della Repubblica

  • Il lapsus mentre rispondeva ad alcune domande sull'Autonomia

  • Una "promozione" che ha scatenato l'ironia sul web

Più che una gaffe sembra esser stato un lapsus. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, mentre rispondeva alle domande di alcuni cronisti sulla questione dall’Autonomia del Nord – provvedimento molto caro alla Lega e a Matteo Salvini, ma con le perplessità della base del Movimento 5 Stelle -, ha confuso il proprio ruolo. Nel tentativo di ribadire il suo «essere la sintesi delle due anime di questo governo» ed essere garante della coesione Nazionale, il premier è scivolato in una auto-promozione.

«Io come presidente della Repubblica sono il garante della coesione nazionale», ha detto Giuseppe Conte rispondendo alle domande dei giornalisti a Potenza. Insomma, hanno sollevato Sergio Mattarella dal suo ruolo e hanno proclamato un nuovo Capo dello Stato a nostra insaputa? Ovviamente no, si è trattato del più classico dei lapsus freudiani che, spesso e volentieri, colpiscono i politici della vecchia o della nuova classe.

Giuseppe Conte non è il Presidente della Repubblica

Una mezza bugia e una mezza verità. Nel groviglio di spine nel quale si è andato a infilare Giuseppe Conte, infatti, non tutto ciò che ha detto è inesatto. Quando afferma che il Presidente della Repubblica è «il garante della Coesione nazionale», infatti, non dice un’inesattezza, ma fa riferimento all’articolo 87 della nostra Costituzione che vede il Capo dello Stato come rappresentante dell’Unità d’Italia. Peccato, però, che lui sia ‘solamente’ il presidente del Consiglio e non il numero uno del Quirinale.

Le reazioni social

In tantissimi hanno iniziato a twittare all’hashtag #presidentedellarepubblica, generando una quantità immensa di post ilari sulla questione. C’è chi parla di prossima promozione al soglio pontificio – con buona pace di Papa Francesco -, chi invita Sergio Mattarella a fare gli scongiuri e tutti i gesti apotropaici del caso e chi fa riferimento alla vecchia questione del suo curriculum ‘gonfiato’ che ora si arricchisce anche di un nuovo ruolo.

(foto di copertina: ANSA/FILIPPO ATTILI UFFICIO STAMPA PALAZZO CHIGI. Video da canale Youtube di Palazzo Chigi)