Ed Sheeran cuore d’oro, chiude il suo pub ma continua a pagare i dipendenti

29/04/2020 di Thomas Cardinali

Ed Sheeran è uno degli artisti più amati del mondo e ultimamente si è divertito anche ad esordire anche al cinema nei panni di sé stesso in Yesterday. La pop star britannica è anche proprietario del “Bertie Blossoms“, pub inglese che si trova nella centralissima Piccadilly Circus a Londra.  Il locale è ormai chiuso da marzo per l’emergenza coronavirus, ma Ed Sheeran ha dimostrato ancora una volta che i guadagni non sono tutto nella vita. Nel Regno Unito i locali possono infatti ridurre dell’80% la paga dei propri dipendenti e avere accesso ad alcune forme di sostegno da parte del Governo, ma il cantante ha deciso di non avvalersi di questa possibilità.

ed sheeran pub
ed sheeran pub

L’attività non ha chiesto e non chiederà nessun contributo governativo. Inclusi congedi, assegni, prestiti o altro”, ha dichiarato una fonte vicina ad Ed Sheeran, che ha aggiunto: “Ed vuole fare quello che può per aiutare. Ha diviso la cifra a sei zeri tra vari enti caritatevoli locali per sostenere gli sforzi della comunità. Ed è molto coinvolto nell’area in cui vive e sa che la sua donazione può fare un’importante differenza. Tutti gli sono molto grati”.

Ed Sheeran in questo momento è in quarantena a Londra con la moglie e il suo gesto ha avuto ampia risonanza nel Regno Unito. Sono moltissime invece le star, compresi i calciatori, che stanno invece contrattando i sussidi statali previsti dal governo per affrontare l’emergenza coronavirus. Tutto questo ha portato malumore nell’opinione pubblica britannica. Fortunatamente Ed Sheeran oltre ad essere primo su Spotify si è dimostrato anche al primo posto per il grande cuore mostrato in questa emergenza.

 

Share this article