La denuncia a Marco Travaglio per il rotolo di carta igienica con la faccia di Renzi

di Redazione | 24/07/2020

appello Marco Travaglio

L’editoriale di oggi di Marco Travaglio è tutto dedicato al racconto dell’ultima denuncia ricevuta dal direttore del Fatto Quotidiano. Questa volta, non riguarda qualcosa che ha scritto ma un oggetto che ha mostrato. Già, perché il giornalista è stato raggiunto da una denuncia per un rotolo di carta igienica che si trovava nella libreria alle sue spalle durante un collegamento televisivo. A spiegare la circostanza è lo stesso Travaglio sulla colonna di destra della prima pagina del Fatto Quotidiano.

LEGGI ANCHE > Travaglio e la carta igienica con il volto di Matteo Renzi

Denuncia Travaglio per il rotolo di carta igienica con Renzi

Si tratta di una citazione civile di cui presto dovrà occuparsi il tribunale di Firenze: Marco Travaglio ha chiarito il nodo della questione. «Il criminoso fattaccio è del 13 febbraio 2019, quando mi collego con Tagadà, il programma di Tiziana Panella in onda su La7. E siccome la sala riunioni da cui faccio i collegamenti è occupata, mi faccio riprendere nel mio ufficio».

Alle spalle di Marco Travaglio, effettivamente, compare un rotolo di carta igienica con la faccia di Matteo Renzi ma, secondo la denuncia, non è l’unico oggetto incriminato: «Accanto al rotolo vi era una cartolina che ritraeva il volto del senatore Matteo Renzi con un segnale di pericolo generico e un’immagine di feci umane fumanti».

Denuncia Travaglio, la difesa

Travaglio, tra le altre cose, ha contestato anche che le feci potessero essere considerate umane. Ma ha anche affermato, con molto meno spirito, che il cimelio gli era stato regalato da una lettrice del Fatto Quotidiano, che aveva dimenticato che fosse collocato proprio in quel punto della sua libreria e che in diretta nessuno se ne fosse accorto, sottolineando come lo ‘scandalo’ sia scoppiato sul web solo qualche ora dopo grazie a qualche “feticista della rete” che aveva ingrandito l’immagine. Travaglio, inoltre, sottolinea che cimeli del genere sono in vendita sulle bancarelle dei mercati più irriverenti anche con il volto di altri politici.

Denuncia Travaglio sul rotolo di carta igienica: «Incredibile»

Secondo il direttore del Fatto Quotidiano non ci sarebbero le basi per arrivare a un giudizio su questo aspetto. Marco Travaglio ha affermato di avere ricevuto querele in circostanze molto particolari: quella per aver chiamato la famiglia Angelucci “gli Angelucci”, ma anche quella di aver criticato la capigliatura di un collega giornalista. Ritiene che la questione del rotolo di carta igienica rappresenta un’altra voce di questo elenco che, tra le altre cose, vede costanti diatribe tra il giornalista e il senatore Matteo Renzi. Occorrerà, adesso, valutare le decisioni in merito alla citazione.