Giorgia Meloni ‘accusa’ Carola Rackete di apologia di fascismo

di Enzo Boldi | 04/07/2019

Carola Rackete
  • La leader di Fratelli d'Italia ha provato a fare ironia su Carola Rackete

  • Ha detto di aver trovato il reato di cui accusarla: apologia di fascismo

  • Un tentativo sarcastico non andato a buon fine

Non è una vera accusa, si tratta solo di ironia. Ma il titolo del giorno fa sorridere ancor più del tweet della leader di Fratelli d’Italia: Giorgia Meloni accusa Carola Rackete di apologia di fascismo. Dopo la rabbia dei giorni scorsi, con commenti aspri e con tono fortemente accusatorio, la comandate della Sea Watch 3 torna a essere la protagonista delle bacheche social della presidente di FdI. Questa volta, però, il tono è ironico, anche se in molti hanno sottolineato come quel tweet sia un vero e proprio boomerang.

Poche parole e un’immagine: «Ho trovato il reato… apologia del fascismo. Così sarà condannata di sicuro». Il tutto condito dall’emoticon della faccina che ha le lacrime agli occhi per le risate. Ovviamente si tratta di ironia e sarcasmo, con la foto allegata che mostra Carola Rackete mentre saluta i cittadini di Agrigento durante il suo trasbordo da Lampedusa attraverso la motovedetta della Guardia di finanza.

 

Giorgia Meloni ‘accusa’ Carola Rackete di apologia di fascismo

Nella foto, infatti, si vede Carola Rackete immortalata con il braccio destro alzato per salutare le persone sul molo. Ovviamene non si tratta di un saluto romano, ma di un gesto catturato in movimento. Fatto sta che Giorgia Meloni ha provato a usare l’ironia e il sarcasmo, ma questo tentativo non è stato apprezzato da tutti.

 

Molti i commenti di questo tenore, tra cui c’è anche chi – invece – spiega alla leader di Fratelli d’Italia come deve esser fatto un vero saluto romano.

 

Fascio a chi?

Ironia che non sembra potersi applicare a una storia delicata come quella che ha coinvolto Carola Rackete e la Sea Watch 3, in special modo dopo le polemiche feroci degli ultimi giorni. Tra i vari commenti si ricorda a Giorgia Meloni che, forse, parlare di apologia di fascismo non sia l’ideale perché – altrimenti – “molti dei suoi colleghi di partito dovrebbero essere incriminati“.

(foto di copertina: da profilo Twitter di Giorgia Meloni)