Carlo Conti su Ezio Bosso: «Il Festival gli diede la ribalta che meritava, aveva ancora tanto da dare»

di Federico Pallone | 15/05/2020

Ezio Bosso
  • Nel 2016 Ezio Bosso saliva sul palco di Sanremo

  • Da lì ebbe "la ribalta che meritava"

  • Il ricordo di Carlo Conti, conduttore del Festival

Era il 10 febbraio 2016 quando un allora semisconosciuto Ezio Bosso saliva sul palco del più importante evento della musica italiana: il Festival di Sanremo. A condurre quell’edizione c’era Carlo Conti: fu lui a volerlo e da lì Bosso, morto oggi all’età di 48 anni a causa di una malattia con la quale combatteva da anni, ebbe la fama che si meritava. «È stato uno degli incontri più emozionanti della mia carriera», ha raccontato Carlo Conti in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera. «Ezio Bosso ha illuminato quell’edizione del Festival con le sue parole, il suo talento, la sua energia. Ci ha regalato emozioni fortissime e forse anche inaspettate per chi non lo conosceva».

LEGGI ANCHE –> Bosso, che amava la musica ma proprio non sopportava il pietismo

Ezio Bosso e Carlo Conti: un incontro inaspettato ma spontaneo

Nell’intervista, Carlo Conti ci tiene a precisare che quello con Ezio Bosso non fu assolutamente qualcosa di preparato precedentemente: infatti il primo incontro «fu direttamente sul palco. Ezio arrivò il pomeriggio stesso per provare e non avemmo modo di incontrarci. Ci trovammo direttamente sul palco. Fu tutto vero, naturale, spontaneo. E questo forse è il segreto di quel momento perché non c’era niente di preparato. Tutta la nostra chiacchierata, tutto quello che è successo sul palco, tutto quello che ci ha regalato, tutto quello che ci ha fatto sentire, tutte quelle emozioni sono venute di getto, al momento. Per questo credo abbiano avuto una forza unica. In quel momento ero appoggiato al suo pianoforte, eravamo io e lui e basta. Come se intorno non ci fosse nulla. Mi sono trovato di fronte a una saggezza e una forza incredibile, tutto il resto era sparito», dice Carlo Conti. «Il Festival gli diede la ribalta che meritava. Ezio ci ha lasciato un messaggio unico di forza, energia, amore per la vita. Aveva ancora tanto da raccontare, da insegnarci, musicalmente e umanamente».

[CREDIT PHOTO: SCREENSHOT FESTIVAL DI SANREMO]