Botta e risposta tra Gallera e Conte: “Premier incompetente”

di Daniele Tempera | 25/02/2020

  • Dopo l'attacco di Conte di ieri agli "ospedali che non hanno seguito le procedure" arriva la risposta dell'Assessore al Welfare leghista

  • Gallera ha accusato Conte di "incompetenza" dagli studi di Agorà

  • E l'emergenza nazionale diventa l'ennesimo terreno di scontro politico

Mentre continua, soprattutto nel Nord Italia, la conta dei contagi e (purtroppo) delle vittime, non si  placa la polemica politica tra maggioranza e opposizione. Ieri il Presidente del Consiglio Antonio Conte aveva attaccato l’ospedale di Codogno, accusandolo di “misure poco prudenti” che avrebbero contribuito alla diffusione del virus, evocando anche la possibilità di un estensione della “coordinazione nazionale”. «Il sistema sanitario in Italia è di competenza regionale e non è predisposto per una emergenza nazionale. Per questo un coordinamento è necessario» aveva dichiarato il premier a Rai Uno. Oggi arriva la risposta piccata dell’assessore al Welfare lombardo, in quota leghista, Gallera, da un’altra trasmissione Tv.

E l’attacco è dallo studio della trasmissione Agorà: «Una dichiarazione inaccettabile da una persona ignorante, perché ignora assolutamente quali erano e sono i protocolli definiti dall’Istituto Superiore di Sanità. Noi sul coronavirus abbiamo seguito pedissequamente ciò che era stato determinato dall’Iss e le linee guide del Ministero» ha attaccato Gallera.

Una dose poi rincarata in maniera pesante: «Noi veniamo in maniera ignobile attaccati da un presidente del Consiglio che non sapendo di cosa parla dice che noi non seguiamo i protocolli, quando Regione Lombardia i protocolli non solo contribuisce a livello nazionale a realizzarli, ma li segue in maniera puntuale».

Anche un’emergenza nazionale diventa insomma terreno di scontro politico e di bottino elettorale.