Lele Adani sugli ululati razzisti a Kean: «Abbiamo fatto l’ennesima figura di m***a»

di Gianmichele Laino | 03/04/2019

Adani
  • Ululati razzisti nel corso di Cagliari-Juventus all'indirizzo di Moise Kean

  • Lele Adani attacca i tifosi e dice che abbiamo fatto l'ennesima figura di merda

  • Poi litiga con il presidente del Cagliari Tommaso Giulini

Lele Adani è imbufalito quando si apre lo studio di Sky Sport che, ieri sera 2 aprile, ha commentato la partita Cagliari-Juventus (terminata con il punteggio di 0-2 per i bianconeri) e l’episodio degli ululati razzisti di alcuni tifosi all’indirizzo di Moise Kean, l’attaccante italiano della Juventus che ieri ha segnato anche un gol. «Abbiamo fatto l’ennesima figura di merda» – esordisce l’ex calciatore di Inter e Brescia.

LEGGI ANCHE > Il padre di Kean vuole candidarsi con la Lega, ma non può perché non ha la cittadinanza

Lele Adani commenta gli ululati razzisti a Kean

È davvero furioso il commentatore Sky, uno dei più apprezzati per competenza e per la passione che mette nel descrivere le vicende calcistiche. Lele Adani ha ricordato anche che, a causa – tra le altre cose – degli episodi di violenza (quelli avvenuti dopo Inter-Napoli, ndr), la Lega di Serie A ha deciso di rinunciare al boxing day del 26 dicembre nella prossima stagione, facendo riprendere il campionato dopo la classica sosta natalizia.

«Questa sera abbiamo perso tutti per l’ennesima volta, è un’altra figura di merda da parte del nostro Paese – ha detto Adani -. Nel giorno in cui abbiamo salutato il boxing-day per la prossima stagione, si verifica per l’ennesima volta un episodio simile. Kean non ha fatto niente per meritare cori razzisti». Parole ribadite anche nel corso dell’intervista a Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, al quale ha detto: «Bisogna isolare questi pochi imbecilli e mandarli fuori dai coglioni». Il riferimento fatto da Adani, ovviamente, è al piccolo gruppo di ‘tifosi’ che ha lanciato ululati razzisti nei confronti di Moise Kean.

Adani litiga con il presidente del Cagliari Giulini

Ma il punto più delicato della trasmissione si è avuto quando è stato intervistato il presidente del Cagliari Tommaso Giulini: «Sento troppo moralismo in studio – ha detto il numero uno degli isolani -: non è successo niente e voi state strumentalizzando la vicenda. Kean ha sbagliato a esultare in quel modo».

«Pres, a me moralista non lo dice nessuno – ha ribattuto Adani -. Non attacco il Cagliari, attacco solo alcune persone. Non datemi del moralista. Se fischi un giocatore di colore devi essere cacciato e basta». Secondo il presidente del Cagliari Giulini, l’esultanza di Kean a braccia aperte sotto la curva degli ultras del Cagliari è stata una provocazione, riconosciuta anche dai dirigenti della Juventus. Ma il fatto incontestabile è che gli ululati razzisti ci siano stati. E non è un bel modo di rispondere.

FOTO:  ANSA/FABIO MURRU

TAG: Moise Kean