Naomi Watts sarà nel cast del prequel di Games of Thrones

di Gaia Mellone | 31/10/2018

  • Lo spin off andrà in onda dal 2020

  • Il nome dell'attrice è il primo ad essere trapelato

  • La storia parlerà «della discesa del mondo dall'Età degli Eroi fino alla sua ora più buia»

Il trono di spade si avvia verso la fine, con l’ottava e conclusiva stagione che andrà in onda nel 2019. I fan della saga però non rimarranno a bocca asciutta: dal 2020 verrà trasmesso il prequel del fiore all’occhiello Hbo, probabilmente con il titolo di The Long Night. Il cast è ancora in formazione, ma è trapelato il primo nome: Naomi Watts.

LEGGI ANCHE > Winter is coming, e anche il whiskey. Parola di Johnnie Walker

Naomi Watts nel cast del prequel del Tono di Spade

L’attrice Naomi Watts, reduce dal successo della serie Netflix Gipsy,  interpreterà il ruolo di «una donna dell’alta società molto carismatica e che nasconde un oscuro segreto» nel prequel del Trono di Spade. Non sono stati rilasciati altri dettagli rispetto al suo personaggio, ma si sa che l’episodio pilota andrà in onda nel 2020, circa un anno dopo la conclusione della serie televisiva principale.

La produzione della nuova serie era stata annunciata a maggio 2017 e verrà realizzata a quattro mani da George R. R. Martin e Jane Goldman, che in un’intervista con la rivista Digital Spy aveva dichiarato che la nuova serie conterrà  umorismo e sangue freddo, poiché «queste sono le cose che amo e le cose che mi piace fare, sarebbe negligente da parte mia non metterli dentro». Bisognerà però aspettare almeno il prossimo anno per scoprire di più.

Prequel del Tono di Spade: gli indizi sulla storia

Secondo una sinossi pubblicata da The Hollywood Reporter, la nuova serie sarà ambientata migliaia di anni prima della storia narrata fino ad ora e racconterà «della discesa del mondo dall’Età degli Eroi fino alla sua ora più buia». Il titolo più accreditato, non ancora confermato né smentito, è The Long Night, la notte più lunga, ipotesi che sembra coerente con gli ammiccamenti fatti nell’annuncio ufficiale della casa di produzione:«Solo una cosa è certa: dagli spaventosi segreti della storia di Westeros alla vera origine degli Estranei, dai misteri del Continente Orientale agli Stark leggendari… non è la storia che pensiamo di conoscere». L’accenno agli Estranei potrebbe far sperare che si scopra finalmente la vera storia del Re della Notte: l’origine degli abitanti oltre la barriera era già stata accennata nel quinto episodio della sesta stagione  “Il tempo è giunto” (l’episodio che in inglese si chiama Hold The Door), dove veniva rivelato che il primo estraneo venne creato dai Figli della Foresta per proteggersi dagli uomini. Non solo, potrebbe anche rispondere alle tante teorie che circolano online secondo cui il Re della Notte sarebbe uno Stark, e forse proprio a questo si riferisce la frase sugli «Stark Leggendari». Verrà svelata con grande probabilità anche la costruzione della grande barriera di ghiaccio insieme le origini della città di Valyria – senza però i Targaryen, la cui storia è ambientata molti anni dopo ed è al centro del nuovo libro di Martin “Fire and Blood”.

Lo spin off potrebbe quindi dare molte risposte ai fan del Trono di Spade, o far sorgere nuove domande. Non resta che aspettare, pazientemente.

(Credits immagine © Future-Image via ZUMA Press)