Sex dolls Torino
|

Amore di plastica, a Torino nasce la prima casa di appuntamenti con «sex dolls»

Grande curiosità e attesa a Torino per il 3 settembre. In quella data, infatti, nel capoluogo piemontese aprirà la prima casa di appuntamenti con «sex dolls». Si tratta del primo esperimento di questo tipo nel nostro paese, dopo il successo riscontrato in Spagna e Russia. Gli uomini e le donne, clienti di questo postribolo 3.0 non avranno a che fare con le ormai sdoganate «bambole gonfiabili», ma con dei manichini che – dopo anni di studio e perfezionamento – sono sempre più realistici, tanto da apparire in carne e ossa.

LEGGI ANCHE > Dalla scrittrice che arrotonda alle schiave dell’Est, viaggio nelle case chiuse di Ragusa

La Lumidolls, società catalana che ha puntato il mercato italiano dopo i successi in tutta Europa, ha deciso di sperimentare Torino come prossima prossima gallina dalle uova d’oro. In fondo, l’offerta sembra delle più irrinunciabili per gli appassionati del settore. «La nostra vasta esperienza in questo settore – si legge sul loro sito ufficiale – ci consente di lavorare ai migliori livelli qualitativi per offrirvi esperienze il più soddisfacenti possibile. Nella nostra location di Torino entrerete in un luogo confortevole, di buon gusto, dove riuscirete a realizzare tutte le vostre fantasie fin nei minimi dettagli».

Sex dolls Torino, la nuova frontiere delle case chiuse legali

Il pacchetto di offerte comprende anche feste e intrattenimenti vari: «Da soli, con il vostro o la vostra partner, con i vostri amici… Una festa di addio al celibato/nubilato? Ci adattiamo completamente alle vostre esigenze per garantirvi intensi attimi di  piacere con le migliori e i migliori Sexdolls del mondo, come non avreste mai potuto immaginare». L’ingresso sarà aperto a tutti, purché si sia maggiorenni.

Sex dolls Torino, l’amore di plastica in vendita

Scacco alla legge Merlin. Può sembrare strano, ma il tutto è fatto secondo le norme vigenti nello Stato italiano, come sottolineano i proprietari dell’azienda sul loro sito che, tra le altre cose, mette in vendita le proprie sex dolls con prezzi che vanno ai 700 ai 2000 dollari.

 

(foto di copertina: Robin Utrecht/ABACAPRESS.COM)