Viareggio, vergognose scritte omofobe e razziste: «Al rogo gay, negri e rom», «W Salvini»

di Redazione | 29/06/2018

scritte omofobe

Scritte vergognose, omofobe e razziste, accompagnate anche da svastiche, sono state realizzate da ignoti a Viareggio, in provincia di Lucca. In un caso è stato scritto anche «W Salvini». «Al rogo i gay e i negri» o «Al rogo gay-rumeni negri-rom» sono le scritte spuntate sul muro esterno di uno stabile e di un altro immobile. Sono prontamente cominciate delle indagini per risalire agli autori. Al lavoro il personale del Commissariato di Polizia di Viareggio, diretto dal dottor Marco Mariconda, e la Digos di Lucca.

 

scritte omofobe
(Immagine dal profilo Facebook di Nicola Palagi)

 

Scritte omofobe e razziste a Viareggio, svastica e «al rogo gay e negri»

Tra i cittadini c’è disappunto e sconcerto. Tra l’altro oggi la città di Viareggio ricorda le 32 vittime della strage avvenuta alla stazione il 29 giugno 2009. Le immagini delle scritte omofobe e razziste sono molto circolate attraverso i social network. Molti utenti hanno rilanciato le foto esprimono la propria profonda e convinta condanna del gesto. «Che rabbia e quanta tristezza», «Vergogna», «Razzisti», si legge in decine di commenti che sono stati pubblicati su Facebook.

(Immagine di copertina dal profilo Facebook di Nicola Palagi, uno dei diversi utenti che hanno diffuso foto delle scritte)

TAG: Viareggio