L’arbitro Ceccarini parla (di nuovo) del contatto Ronaldo-Juliano: «Ho sbagliato a non fischiare punizione per la Juve»

di Gianmichele Laino | 06/04/2018

Piero Ceccarini

Quel giorno, il fischietto lo usava lui. Piero Ceccarini, 20 anni dopo il più famoso Juventus-Inter della storia del calcio, torna a parlare del presunto episodio da rigore dopo il contatto in area bianconera tra Ronaldo e Mark Juliano. La sua posizione resta quella di sempre. Ma questa volta, la affida direttamente all’occhio di una telecamera di Premium Sport.

«Confermo che il contatto fisico sia stato fatto da Ronaldo su Juliano e non viceversa – ha detto Ceccarini -. Quella che ho visto in campo è la realtà delle cose. Anzi, potrei dire di aver commesso un errore in quella circostanza: quello di non aver fischiato punizione in favore della Juventus». L’ex arbitro, poi, ha parlato anche del Var e dell’utilizzo che in quella circostanza avrebbe scongiurato qualsiasi dubbio. Ma anche in questo caso, la sua risposta appare sorprendente.

LEGGI ANCHE > Ronaldo e l’errore nell’intervista: «Dopo Calciopoli, Juventus in serie C»

PIERO CECCARINI, L’INTERVISTA A MEDIASET


«In realtà il VAR in quell’occasione c’è stato e mi meraviglia che nessuno l’abbia preso in considerazione o abbia fatto finta di niente: in diretta e durante il replay dell’episodio il telecronista di allora, supportato da Collovati e da Chiesa, ex arbitro, ha detto che non era calcio di rigore».

Dopo i passati screzi con l’allenatore dell’Inter Gigi Simoni, tuttavia, l’arbitro Piero Ceccarini è disposto a mettere una pietra sopra in merito all’accaduto: «Vorrei metterci sopra una pietra tombale, anche se penso non sia possibile. Per me il fatto che quell’episodio abbia fatto perdere lo Scudetto all’Inter è un’interpretazione non veritiera: ho valutato quell’episodio in maniera pulita, cristallina a trasparente. I tifosi dell’Inter possono stare tranquilli, da parte mia non c’è mai stata malafede».

PIERO CECCARINI, LE POLEMICHE SUL WEB

Soltanto qualche giorno fa, Ronaldo – diretto protagonista della vicenda – aveva affermato che quell’episodio sfavorevole all’Inter poteva considerarsi l’emblema di un sistema malato, culminato nelle penalizzazioni e nelle condanne di Calciopoli negli anni successivi. Ovviamente, le parole di Ceccarini hanno riaperto, 20 anni dopo, una ferita che non si è mai rimarginata. Sui social network, infatti, sono arrivati molti insulti all’ex fischietto per le sue parole a Mediaset e anche le parole di alcuni opinionisti hanno gettato benzina sul fuoco delle polemiche.

Maurizio Pistocchi, giornalista di Mediaset, ha citato – in verità non in maniera corretta – la frase di Primo Levi «Se questo è un uomo» riferita, con altro significato rispetto all’intenzione originale dell’autore, proprio a Ceccarini. Secondo il giornalista, l’ex arbitro continua a negare l’evidenza.