Elezioni Politiche, se voti con il cellulare in cabina rischi una multa da 1.000 euro

di Redazione | 23/02/2018

voto fuorisede

Una multa salata, fino a 1.000 euro, per chi vota portando con sé il telefono cellulare nella cabina elettorale. È quanto ha chiarito il Ministero dell’Interno a pochi giorni dalle elezioni del 4 marzo per il rinnovo del Parlamento. Ne parla oggi l’Adnkronos.

Nella cabina elettorale con il cellulare, multa salata

Alle urne per la scelta di deputati e senatori sono chiamati oltre 50 milioni di cittadini italiani. Le operazioni di voto si svolgono dalle 7 alle 23. Il Viminale fa sapere: «Al fine di assicurare la libertà e segretezza della espressione del voto la legge fa divieto di introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini». Prima di entrare in cabina per votare, dunque, bisogna consegnare il proprio telefono ai componenti del seggio. Se ciò non avviene, arriva la sanzione. «Chiunque contravviene a questo divieto – ha comunicato il ministero – è punito con l’arresto da tre a sei mesi e con l’ammenda da 300 a 1.000 euro».

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / CESARE ABBATE)