|

In quale paese si fuma di più?

In quale paese si fuma di più e fumano più persone? Come varia il tasso di fumatori tra i due sessi? Quante sigarette accendono uomini e donne? Per rispondere a queste domande si sono messi all’opera alcuni ricercatori dell’Università di Buffalo, Stai Uniti.

 

LEGGI ANCHE: Sigarette: tutto quello che succederà ai vostri pacchetti

 

CONFRONTO TRA 15 PAESI – Gli studiosi, guidati dal professor Gary Giovino, hanno utilizzato e confrontato i dati raccolti dalla Canadian Public Health Association, dall’America’s Centres for Disease Control e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Per la precisione, gli scienziati hanno esaminato i dati relativi alla popolazione di età superiore ai 15 anni dei 14 paesi poveri e a medio reddito dove si concentra il maggior numero di malattie legate al fumo, e li hanno confrontati con le cifre relative agli States. (Immagine da: The Lancet)

GLI EGIZIANI E LE 19,4 SIGARETTE AL GIORNO – In Egitto le donne fumano poco (solo lo 0,5 lo fa quotidianamente), mentre in Polonia accendono in media 15,5 bionde al giorno. I tassi più alti di fumatori sono stati registrati in Russia (dove fumano circa il 55% degli uomini e il 15% delle donne), Cina, Ucraina e Turchia. Come in Egitto, anche in Thailandia, Vietnam, Cina, Bangladesh, a fronte di un tasso elevato di fumatori registrato tra i maschi, la percentuale tra le donne è prossima allo zero. Solo Messico e India fanno registrare un tasso di fumatori complessivo più basso rispetto agli Stati Uniti. Il record delle sigarette fumate spetta ai maschi egiziani: 19,4 le bionde aspirate ogni giorni. 19,3 il tasso dei turchi.

 

LEGGI ANCHE:

“Hai troppi accendini? Sei un terrorista”

Il pacchetto di sigarette “brutto”

Il tabacco al gusto di pesticidi