ragazza nuda
|

Ragazza nuda in giro per Bologna, in un nuovo video la spiegazione della passeggiata senza veli

La ragazza nuda per il centro di Bologna, lo ha fatto per condurre un esperimento sociale e – parole sue – «dimostrare che sono tutti buoni». Lo ha spiegato lei stessa in un video girato da un passante lo scorso 27 luglio, il giorno in cui la 26enne valdostana ha intrapreso la sua camminata da via Indipendenza (vicino alla stazione di Bologna) fino al quartiere San Donato, passando per il parco della Montagnola e la zona universitaria.  Le immagini – girate su Whatsapp nelle ultime settimane e finite anche nelle mani delle forze dell’ordine – sono state pubblicate da Il Resto del Carlino.

LEGGI ANCHE > LA RAGAZZA NUDA CHE PASSEGGIA PER IL CENTRO DI BOLOGNA | VIDEO

Nel nuovo video, girato proprio all’interno del parco pubblico vicino allo scalo ferroviario, si vede la ragazza nuda avvicinata da diverse persone, qualcuno fa anche per toccarla, ma lei si ritrae e spiega: «Ragazzi, è un esperimento sociale». «Ma ti rendi conto? Hai visto dove stai qua?», le chiede la voce di una persona che non compare nelle immagini. E lei ribatte: «Lo so, lo so. È un esperimento sociale per dimostrare che sono tutti buoni. Sono tutti buoni. È vero che siete tutti buoni, ragazzi?». E a quel punto il video si conclude, tra chi le dice «vattene a casa!» e chi intima agli altri «Lasciatela stare, lasciatela stare!».

LA RAGAZZA NUDA PER BOLOGNA: «E’ UN ESPERIMENTO SOCIALE PER DIMOSTRARE CHE SONO TUTTI BUONI»

Se la spiegazione dell’esperimento sociale per dimostrare che «sono tutti buoni», cioè – pare di capire dalle parole della ragazza nuda nel nuovo video – che una donna può anche camminare senza veli per la città senza rischiare di subire delle violenze, sia quella vera non è chiaro. Da quando il 27 luglio hanno cominciato a rincorrersi sul web le immagini della valdostana 26enne che passeggiava nuda per Bologna, le teorie per spiegare il suo gesto sono state le più diverse: che si trattasse di una trovata pubblicitaria, che lo avesse fatto – era lei ad averlo detto a un passante – per vincere la paura delle persone che la guardano, che semplicemente avesse perso una scommessa con gli amici.

RAGAZZA NUDA PER BOLOGNA, PER LEI UNA MULTA DI 3.300 EURO

Quello che è certo è l’importo della multa che è le ha recapitato la polizia ferroviaria, dopo aver scoperto la sua identità e averla raggiunta: la ragazza nuda per Bologna dovrà pagare 3.300 euro per “atti contrari alla pubblica decenza”, un reato contenuto nell’articolo 726 del codice penale per il quale vengono comminate sanzioni fino ai diecimila euro.

Foto copertina: il fermo immagine di uno dei video della ragazza nuda per Bologna girati in rete