Westworld e le altre serie tv senza doppiaggio per il coronavirus

di Thomas Cardinali | 24/03/2020

La notizia era nell’aria ed è stata ufficialmente confermata nella giornata di oggi, Sky ha scelto di continuare a mandare in onda le sue serie tv come Westworld in contemporanea rinunciando al doppiaggio. La decisione è arrivata a seguito dell’emergenza coronavirus, che impedisce ai doppiatori di poter andare in sala di registrazione. Le serie interessate sono quelle che Sky trasmette in contemporanea con gli Stati Uniti, come ad esempio la citata serie HBO o The Walking Dead su FOX. Anche i fan di Homeland dal 30 marzo), di Fresh Off The Boat dal 4 aprile e di Single Parents dal 5 aprile saranno coinvolti nel taglio di voce.

Grey’s Anatomy, Young Sheldon e Outlander ad esempio dovrebbero ancora avere degli episodi doppiati, quindi per loro l’emergenza è rimandata. Sospiro di sollievo invece per i fan de La Casa di Carta, la serie Netflix che arriva con la nuova stagione il prossimo 2 aprile: il doppiaggio della serie è stato già ultimato e quindi sarà disponibile in lingua italiana! Anche le varie soap opere come Beautiful possono contare su un serbatoio di puntate doppiate, pertanto non dovrebbero essere coinvolte dall’emergenza. Problemi importanti invece per The New Amsterdam 2 con Canale 5 che aveva previsto la prima visione italiana dal 16 aprile, ma le puntate non sono state doppiate e pertanto potrebbe essere tutto rimandato.

Le serie tv dunque perdono la loro voce, questo costringerà tutti a rivedere la loro posizione sui sottotitoli se non si vorrà restare indietro.