La corsa di Trump al vaccino coronavirus: pronto «tra tre o quattro settimane»

Donald Trump ha detto al mondo che il vaccino Usa per il Covid potrebbe essere pronto entro metà ottobre

di Ilaria Roncone | 16/09/2020

La lotta tra i due candidati che ambiscono alla Casa Bianca nelle presidenziali del prossimo 3 novembre si fa sempre più serrata. Gli ultimi sondaggi non danno nessuno dei due in netto vantaggio sull’altro la partita sembrerebbe ancora tutta da giocare. Dalla sua Donald Trump ha senza dubbio, seppur nella malagestione della pandemia e viste le rivelazioni degli ultimi giorni – dal libro agli audio -, il vaccino Usa coronavirus che il paese aspettando.

LEGGI ANCHE >>> La domanda dell’elettore a Trump: «Perché ci ha traditi?»

Vaccino Usa: «Pronto in tre o quattro settimane»

Prima aveva parlato del 1° novembre – a due giorni dalle elezioni e senza aver terminato la Fase 3 – ora addirittura il vaccino coronavirus degli Usa potrebbe essere pronto entro la prima metà di ottobre. Impegnato in vari comizi elettorali e incontri con i cittadini, a sette settimane dalle elezioni e a due dal primo confronto diretto con lo sfidante Joe Biden, Donald Trump punta tutto sul vaccino e attacca anche la precedente amministrazione Obama, negando tutto quello che è emerso in questi giorni e la minimizzazione del suo governo rispetto alla portata della pandemia.

«L’amministrazione Obama ci avrebbe messo anni per il vaccino»

Tira in ballo anche l’amministrazione Obama, Trump, parlando per ipotesi e sottolineando che a Obama ci sarebbero voluti anni prima di ottenere un farmaco. «Se volete sapere la verità, la precedente Amministrazione avrebbe impiegato forse anni per avere un vaccino a causa dell’Fda e di tutti i permessi», ha detto il presidente Usa, contrapponendo il fatto che invece ora «siamo a poche settimane dall’averlo». Proprio in occasione della town hall organizzata dalla Abc a Philadelphia è arrivata l’affermazione che questa mattina viene riportata in tutto il mondo: «Potrebbe trattarsi di tre o quattro settimane», ha detto Trump al mondo, ribadendo come ha già fatto numerose volte che – secondo lui – il virus «sparirà».