Le spie russe sono accusate di aver hackerato informazioni sul vaccino per il Covid-19

di Marta Colombo | 17/07/2020

spie russe putin

Secondo Regno Unito, Canada e Stati Uniti, i nuovi bersagli delle spie russe sarebbero le organizzazioni che stanno cercando di sviluppare il vaccino per il Covid-19.

Il Centro Nazionale per la Sicurezza Cibernetica del Regno Unito ha annunciato che gli hacker sono «quasi sicuramente» operati dal servizio di intelligence russo, senza però specificare quali organizzazioni sarebbero state prese di mira e quali informazioni rubate.

«Non abbiamo informazioni su chi abbia hackerato le compagnie farmaceutiche e i centri di ricerca nel Regno Unito. Possiamo però affermare con certezza che la Russia non ha niente a che fare con questi tentativi», ha detto il portavoce del presidente Putin Dimitry Peskov, secondo l’agenzia di stampa Tass.

L’avviso riguardante l’attacco da parte della Russia, è stato pubblicato da un gruppo internazionale di servizi di sicurezza cibernetica che include, il centro per la sicurezza delle telecomunicazioni canadese, il dipartimento di sicurezza nazionale e sicurezza cibernetica degli Stati Uniti e l’agenzia per sicurezza nazionale del Regno Unito.

«Nell’universo cibernetico, è abbastanza difficile trovare i responsabili degli attacchi, ma non è impossible», ha spiegato l’esperta Emily Taylor alla BBC. «Cozy Bear, il gruppo accusato dell’attacco, è stato accusato di attacchi cibernetici in passato e hanno lasciato diverse tracce che mostrano legami abbastanza chiari con lo stato Russo».

LEGGI ANCHE >Sono quasi 500 i medici morti in Russia per Covid

Le spie russe e i ripetuti attacchi ai governi occidentali

In un altro comunicato, il governo britannico ha inoltre accusato delle «entità russe» di aver interferito nelle sue elezioni del 2019 cercando di rilasciare dei documenti protetti online. Il ministro degli esteri russo è negato le accuse, definendole «offuscate e contraddittorie». La prossima settimana, il Paese pubblicherà un rapporto molto anticipato sull’interferenza delle spie russe nelle elezioni politiche dello scorso anno.

«Mentre alcuni seguono i loro interessi egoistici con comportamenti irresponsabili, il Regno Unito e i suoi alleati stanno lavorando duramente per trovare un vaccino che possa proteggere la salute globale»,ha detto il ministro degli esteri Dominic Raab in un comunicato, definendo inaccettabile il comportamento dell’intelligence russa durante la pandemia.

TAG: Russia