Trump dice che nessuno sa cosa indica il numero 19 dopo il nome Covid

di Gianmichele Laino | 24/06/2020

significato Covid-19

Nel corso del suo comizio a Phoenix (dove è comparso il logo Action, molto simile in realtà a quello di Azione, il partito di Carlo Calenda), Donald Trump si è interrogato sul significato Covid-19. Per il presidente degli Stati Uniti, che ha iniziato la sua campagna elettorale per la rielezione, al Coronavirus sono stati dati diversi nomi, a partire da Wuhan, passando per coronavirus, appunto, e per il razzista Kung Flu (un gioco di parole che scherza con il nome in lingua inglese dell’influenza e con l’arte marziale tipica del mondo orientale).

LEGGI ANCHE > Il coronavirus «non si chiama più» coronavirus

Significato Covid-19, i ‘dubbi’ di Donald Trump

Poi, però, a un certo punto, gli viene in mente che il virus (in realtà non è il virus che ha questo nome, ma la malattia derivata dal virus stesso) è stato chiamato anche Covid-19.

Il significato Covid-19 secondo l’Oms

«Mi sono chiesto cosa vuol dire 19. C’è chi non sa cosa voglia dire il 19. Covid-19 voglio dire che è un nome strano». In realtà non c’è nulla di strano, basta riportare le parole del presidente dell’Oms Thedros Ghebreyesus che, l’11 febbraio 2020, aveva annunciato il nome della malattia derivante dal coronavirus, ribattezzandola Covid-19: “CO” sta per corona, “VI” per virus, “D” per disease e “19” indica l’anno in cui si è manifestata. Infatti, l’anno di manifestazione della malattia è stato fatto risalire al 2019 in seguito agli approfondimenti sui primi casi di polmoniti anomale in Cina, che si sono verificati proprio negli ultimi mesi dell’anno.

Probabile, tuttavia, che Trump – per tutti questi motivi – abbia voluto dare una sfumatura sarcastica a questa parte del suo comizio, affermando che questo nome – deciso dall’Oms, autorità che lui stesso ha scelto di non riconoscere come affidabile – contenga un riferimento all’anno 2019, come termine iniziale di una malattia che, invece, la Cina ha provato a minimizzare o a tenere nascosta fino ai primi giorni del 2020.