Cosa c’è di positivo e cosa c’è di negativo sui dati sul coronavirus del 10 aprile

10/04/2020 di Ilaria Roncone

Oggi potrebbe essere una di quelle giornate che rimarranno nella storia, considerato che il il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, ha annunciato che la curva dei contagi ha iniziato la sua fase discendente. Nella quotidiana conferenza stampa della Protezione Civile Angelo Borrelli ha aggiornato i cittadini sui numeri coronavirus 10 aprile. L’elenco dei dati di oggi segna 1.396 nuovi casi di contagio (per un totale di 98.273 contagiati) e 570 nuovi decessi (che portano il totale dei deceduti a 18.849 ). I guariti registrati nella giornata di oggi sono 1.985, per un totale di 34.455 persone dichiarare guarite dall’inizio dell’epidemia.

LEGGI ANCHE >>> Cosa c’è di positivo e cosa c’è di negativo sui dati sul coronavirus del 9 aprile

Numeri coronavirus 10 aprile, cosa c’è di positivo

Seppur tra le mille raccomandazioni di prestare attenzione e di non pensare di poter allentare le misure restrittive e il distanziamento sociale, le notizie di oggi sono buone in termine di numeri. Come dichiarato oggi sa Brusaferro, «il quadro conferma lo scenario dei giorni scorsi e ci dà indicazioni di efficacia delle misure» con la precisazione che «le misure sono essenziali per mantenere la curva, quando sarà scesa, sotto la soglia di 1 per i contagi». I dati evidenziati da YiuTrend hanno anche sottolineato che, ad oggi, circolano in Italia quasi 1/4 delle macchine che circolavano il 22 febbraio. Il calo avvenuto in maniera esponenziale dopo la chiusura delle aziende. Prosegue il calo sulle strutture ospedaliere. Sottolineato anche come il decesso sia, nella maggior parte dei casi, quando c’è comorbidità (più patologie presenti).

Numeri coronavirus 10 aprile, cosa c’è di negativo

In una giornata di notizie sostanzialmente buone – almeno a livello di dati sulla curva dei contagi – la raccomandazione forte fatta dalle autorità scientifiche è sempre la stessa: occorre mantenere questo regime di comportamento ancora per un periodo tale da permettere ai contagi di scendere sotto la soglia di 1.

(Immagine di copertina dal profilo Twitter YouTrend)

Share this article