Nazionale, conferenza stampa di Mancini posticipata: due tamponi tra i giocatori sarebbero incerti

Il giorno prima della partita di Nations League con l'Olanda la nazionale posticipa sia la conferenza stampa che l'allenamento

di Ilaria Roncone | 13/10/2020

Giallo in nazionale. Ci sarebbero due tamponi dall’esito incerto tra gli azzurri alla vigilia della partita di Nations League con l’Olanda e sarebbe questa la ragione per la quale la conferenza stampa di Mancini – prevista inizialmente per le ore 18 – è stata spostata di due ore. Stesso discorso per l’allenamento, che slitta alle 20.45. Dall’altro lato, invece, la conferenza stampa dell’Olanda col ct Frank De Boer e il difensore dell’Inter De Vrij si è regolarmente svolta.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus al Giro, anche Kruijswijk è positivo

Nazionale giocatori positivi: il rischio ci sarebbe per due giocatori

La notizia non è ancora stata confermata da parte della nazionale italiana. Intanto gli olandesi si sono allenato allo stadio Breda di Sesto San Giovanni, nei presso dell’hotel dove è rimasta la squadra. La scelta è stata fatta per ragioni logistiche: «Evitare al massimo gli spostamenti è importante, soprattutto in questo periodo», ha detto De Boer. Il ct dell’Olanda ha parlato anche della questione stadi chiusi e dell’ipotesi di fermare gli incontri: «Fermare il calcio? Non tocca a me decidere. Non è bello vedere gli stadi chiusi, ma il calcio restituisce qualcosa alla gente in questa fase. Sarebbe bello ripartire con gli stadi interamente aperti, ma la priorità ora è la salute di tutti».

Nazionale al rischio nel giorno in cui Cristiano Ronaldo è positivo

L’indiscrezione sugli azzurri arriva poco dopo la notizia della positività di Ronaldo al Covid. A dare la notizia proprio la nazionale dell’attaccante della Juventus, il Portogallo. L’attaccante si trova in ritiro con la squadra della sua nazione per le gare di Nations League che dovrebbero esserci il prossimo week-end e tra martedì e mercoledì. Ronaldo si trova in questo momento in isolamento e non presenterebbe nessun particolare sintomo, per adesso. Oltre a Cristiano Ronaldo nella nazionale portoghese sono risultati positivi prima di lui anche Josè Fonte e Anthony Lopes.

(Immagine copertina dalla pagina Instagram di Roberto Mancini)