I matrimoni gay sono legali in tutti gli Stati Uniti

di Redazione | 26/06/2015

matrimoni-gay-stati-uniti

I matrimoni gay sono legali in tutti gli Stati Uniti d’America: a deciderlo è stata la Corte Suprema Usa che ha legalizzato, con una sentenza storica, le nozze fra persone dello stesso sesso in tutto lo spazio federale. La sentenza, che è già storica, è il caso Obergefell v. Hodges, una pronuncia che invalida “qualsiasi limitazione alle unioni fra persone dello stesso sesso”.

I MATRIMONI GAY LEGALI IN TUTTI GLI STATI UNITI

L’Huffington Post nella versione americana pubblica stralci della sentenza.

I giudici hanno stabilito che secondo il 14mo emendamento, gli stati devono fornire licenze di matrimonio a tutte le coppie dello stesso sesso e riconoscere le unioni civili che sono state legalmente sottoscritte in altri stati.

La causa era quella di Jim Obergefell, che voleva essere legalmente riconosciuto quale coniuge sopravvissuto al suo compagno, sposato nel 2013 e morto poco dopo di Sclerosi Laterale Amiotrofica. Alla causa di Obergefell si sono aggiunte varie dozzine di intervenuti dal Kentucky, dal Michigan, dall’Ohio e dal Tennessee che volevano sia sposarsi, sia che il loro matrimonio fosse riconosciuto in ogni stato del paese.

LEGGI ANCHE: Matrimoni gay, la rivoluzione del Tar

MATRIMONI GAY LEGALI NEGLI USA, LA FESTA

E’ grande festa negli Stati Uniti per la sentenza della Corte Suprema, che rende il matrimonio omosessuale “Legge comune” per tutto lo spazio federale.

Love just won.

Posted by Barack Obama on Venerdì 26 giugno 2015

Così la pagina personale del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che ha esultato e che fra pochi minuti terrà una conferenza stampa per complimentarsi con gli attivisti omosessuali. “Oggi e’ un grande passo nella nostra marcia verso l’uguaglianza”, ha detto in un tweet il Comandante in Capo.

Il presidente statunitense terra’ un discorso alle 11 ore di Washington, le 17 in Italia, per congratularsi con gli attivisti “e con gli americani tutti” per la sentenza della Corte suprema, che ha stabilito come il diritto alle nozze gay valga per tutto il territorio nazionale, di fatto imponendo ai quei 13 stati che ancora vietavano espressamente il matrimonio di cambiare le loro leggi

Anche il profilo Twitter della Casa Bianca ha cambiato il suo avatar.