La figlia di un detenuto a Rebibbia: «I fratelli Bianchi lo hanno aggredito in carcere»

Continua a prevalere l'intenzione di trattenere i tre indagati per l'omicidio di Willy in isolamento

22/09/2020 di Redazione

Gabriele Bianchi

Il racconto è quello di una presunta lite in carcere con fratelli Bianchi. Un detenuto di origini marocchine, attraverso la figlia, avrebbe denunciato presso un’associazione che si occupa di diritti delle persone in carcere un forte diverbio tra i due ragazzi indagati per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte a Colleferro e, appunto, lo stesso detenuto di origini marocchine. Motivazioni banali, a quanto pare, che tuttavia rafforzano il proposito – evidenziato anche dai legali dei fratelli Bianchi, ma anche da quelli del terzo indagato in carcere, Mario Pinciarelli – di far proseguire la detenzione in isolamento.

LEGGI ANCHE > Willy, fratelli Bianchi chiamati a intervenire mentre «stavano facendo sesso con ragazze di cui non conoscono il nome»

Lite in carcere con fratelli Bianchi, i detenuti in isolamento

Troppo alto il rischio che la situazione a Rebibbia diventi esplosiva. Tra i detenuti, infatti, si è da diverso tempo trasmessa, attraverso il passaparola, la notizia dell’arrivo in carcere dei tre indagati per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte. Spesso, questo tipo di detenuti viene costantemente preso di mira dalle altre persone in carcere. Tant’è che la decisione – secondo quanto riportato dal quotidiano Il Messaggero – sarebbe stata quella di trasferire i detenuti nel reparto G9, quello dell’isolamento.

La presunta rissa tra i fratelli Bianchi e il detenuto di origini marocchine sarebbe avvenuta ancora nel periodo di quarantena dei tre detenuti (com’è prassi in queste circostanze, da quando è scoppiata la pandemia di coronavirus: chi entra in carcere deve rispettare 14 giorni di isolamento per evitare potenziali contagi), mentre si stavano recando in parlatorio.

Lite in carcere fratelli Bianchi, i prossimi passi dell’inchiesta

I fratelli Bianchi sono entrati in carcere subito dopo l’assassinio di Willy Monteiro Duarte e la loro detenzione è stata convalidata dal giudice. Al momento, si attendono ulteriori sviluppi nelle indagini per quanto accaduto nella notte tra il 5 e il 6 settembre a Colleferro, davanti al locale Duedipicche, dove – dopo una rissa sulla cui dinamica ancora non c’è chiarezza – Willy Monteiro Duarte è morto in seguito alle ferite riportate nell’aggressione.

Share this article