No, Putin non ha liberato 500 leoni per obbligare i russi a rimanere in casa

di Enzo Boldi | 23/03/2020

Leoni

Sarà la quarantena e l’isolamento forzato a far sentire molte persone come in un deserto, vedendo oasi ovunque. Come miraggi. Ma questa non può essere la giustificazione che porta a credere a qualsiasi bufala diffusa sul web. L’ultima, avviata con chiaro intento ironico ma presa seriamente da molti, riguarda la Russia. Modificando uno screenshoot di RaiNews24, infatti, si vede l’immagine di un leone in strada. Il tutto accompagnato da un testo: «La Russia rilascia 500 leoni in strada per garantire il rispetto della quarantena».

LEGGI ANCHE > Le scuse più assurde degli italiani per uscire senza valide ragioni

Se i signor Burns dei Simpson liberava di cani, Vladimir Putin libera i leoni. Ovviamente si tratta di una fake news. Il classico meme ironico partito dai social che, però, è stato preso seriamente da qualcuno. Nessun grosso felino predatore, infatti, è stato messo in circolazione in Russia e, soprattutto, non può esser considerato saggio liberare leoni per le strade nel tentativo di obbligare le persone a non uscire dalla propria abitazione. Insomma, non ci si spiega come ci siano utenti sui social che abbiano preso seriamente questa questione.

Leoni

La storia (falsa) dei leoni liberati in Russia per costringere le persone a stare in casa

Il meme è stato costruito con attenzione. Sembra essere, infatti, a tutti gli effetti lo screenshoot di una delle edizioni di RaiNews24, con tanto di ultim’ora che parla del caso dei leoni liberati in strada. Ovviamente, però, appare paradossale come decisione che sarebbe contraria a qualsiasi tipo di legittimità. Eppure alcune persone – non tutte, per fortuna – hanno creduto che tutto ciò fosse vero gridando «a mali estremi, estremi rimedi». Ma non è così, la Russia – come tutti i Paesi al Mondo – non si sognerebbe mai di liberare questi grossi felini per scoraggiare le persone.

(foto di copertina: da chat Whatsapp)