Gerry Scotti smentisce di essere stato in terapia intensiva

L'ufficio stampa del conduttore lo ha comunicato a Fanpage

11/11/2020 di Redazione

Gerry Scotti smentisce

Nella serata di ieri era stata diffusa la notizia di Gerry Scotti ricoverato per alcuni giorni in terapia intensiva. A riportarlo, la testata TPI che ha sottolineato come, in ogni caso, le condizioni del conduttore sarebbero migliorate, tanto da portare i medici a trasferirlo in un altro reparto. Tuttavia, nella giornata di oggi Gerry Scotti smentisce attraverso le parole del suo agente Massimo Villa.

LEGGI ANCHE > Gerry Scotti positivo al coronavirus, l’annuncio su Instagram

Gerry Scotti smentisce il ricovero in terapia intensiva

Gerry Scotti – ha dichiarato Massimo Villa a Fanpage – non è mai stato in terapia intensiva, è stato ricoverato a causa della febbre dopo aver annunciato la sua positività al coronavirus lo scorso 26 ottobre. Tuttavia, sarebbe in procinto addirittura di essere dimesso: resta in ospedale ancora qualche giorno per ulteriore precauzione e perché in questi casi è sempre meglio non rischiare. Ma le sue condizioni non sarebbero mai state così serie da suggerire un ricovero in terapia intensiva.

«L’ho sentito mezz’ora fa – ha detto l’agente a Fanpage -, mi ha detto che i valori sono a posto, i medici sono contenti e lui anche. La febbre è sparita e i valori sono rientrati nei parametri. Dovrà fare il tampone per capire se è ancora positivo al Covid. Non sappiamo ancora quando tornerà al lavoro, meglio un giorno dopo che un giorno prima, per tutelare lui e quelli insieme ai quali lavora. Non siamo solo prudenti, di più».

Va da sé, dunque, che le attività televisive di Gerry Scotti sono state momentaneamente sospese e la registrazione di Caduta libera, il programma Mediaset che sta curando, riprenderà quando il conduttore tornerà pienamente operativo e, soprattutto, negativo al coronavirus.

(foto di copertina: da profilo Instagram di Gerry Scotti)

Share this article