Fedez risponde a Salvini: «Io guadagno onestamente, il tuo partito ci costa 49 milioni»

Matteo Salvini lo chiama in causa, nel corso della sua ospitata a Diritto e Rovescio su Rete4, Fedez risponde direttamente via social network. Il leader della Lega ha voluto commentare le frasi di Fabio Volo, molto critico con lui in seguito alla scena della «citofonata allo spacciatore» nel quartiere Pilastro a Bologna, in diretta Facebook. «Mentre lui e Fedez – ha detto Salvini – facevano soldi scrivendo libri e canzoni, io ricordo ancora il primo colpo di ruspa che ho dato alla villa abusiva dei Casamonica. Nella mia attività da ministro ho combattuto attivamente la mafia».

Fedez contro Salvini: «Il tuo partito è costato 49 milioni»

Fabio Volo, infatti, gli aveva rimproverato proprio questo: avrebbe dovuto citofonare ai camorristi, se ne avesse avuto il coraggio (ovviamente, l’espressione utilizzata era molto più colorita). Non si è fatta attendere la risposta di Fedez, chiamato in causa in questo scambio di opinioni. Dai suoi canali social, il rapper e influencer ha scritto: «Sai qual è la differenza? (in realtà, ha scritto qual’è con l’apostrofo, ndr) Che noi guadagniamo onestamente senza pesare sulle tasche di nessuno. Il tuo partito è costato agli italiani 49 milioni di euro. Io ero a Ibiza questa estate e faccio il rapper, tu eri al Papete ed eri il Ministro dell’interno. That’s it».

Le vacanze di Fedez e quelle di Salvini

Fedez, al secolo Federico Lucia, fa riferimento alla vicenda dei 49 milioni di euro che sono stati confiscati alla Lega (e che il Carroccio verserà allo Stato a rate nei prossimi 81 anni). Una vicenda che ha coinvolto, sebbene marginalmente, la segreteria di Matteo Salvini che, del resto, si è costituito parte civile nel processo. Ma non si è fermato qui: il rapper ha ricordato la sua attività artistica e quella politica di Salvini, differenziando i ruoli e le vacanze. Quella al Papeete di Matteo Salvini è diventata tristemente famosa per essere stata il preludio della caduta del governo giallo-verde, nell’estate del 2019.

Share this article
window._taboola = window._taboola || []; _taboola.push({ mode: 'thumbnails-b', container: 'taboola-below-article-thumbnails', placement: 'Below Article Thumbnails', target_type: 'mix' }); -->