Dal Bolognese a Roma, il ristorante delle star cambia con delivery e take away

05/05/2020 di Thomas Cardinali

L’emergenza coronavirus ha cambiato la quotidianità di tante attività commerciali che ora stanno faticosamente cercando di ripartire, come nel caso del ristorante Dal Bolognese a Roma. Il locale preferito delle star di Hollywood, sono ospiti fissi Quentin Tarantino e stelle della musica come Bruce Springsteen, sito in Piazza del Popolo già da alcune settimane è passato dai tavoli eleganti ai packaging raffinati per portare la sua cucina nelle case dei romani.

LEGGI ANCHE > L’aiuto del governo ai ristoratori: non si pagherà la tassa di occupazione del suolo pubblico

Dal Bolognese a Roma, il ristorante dei vip si prepara per la fase 2

Lo storico ristorante non aveva mai praticato la consegna a domicilio prima di questo momento, come svela il responsabile Claudio Antonelli ai nostri microfoni: “Non lo avevamo mai fatto, ma la risposta è stata ottima. Le consegne a domicilio sono ogni giorno molte di più di quante ce ne aspettassimo, i nostri clienti poi apprezzano molto i pacchetti eleganti con dentro le nostre specialità che portiamo loro. La famiglia Tomaselli ha voluto fortemente dare un segnale con questo tipo di servizio”. Una clientela anche nuova per lo storico locale: “Non possiamo far provare il nostro servizio ai clienti internazionali come le tante star di Hollywood che ci scelgono durante i loro soggiorni romani, speriamo di poterlo riabbracciare presto”.

Dal bolognese
Dal bolognese

Dal Bolognese riparte anche con la nuovissima formula take away dal 4 maggio: Ieri abbiamo avuto una bella risposta, forse anche per la novità di poter di nuovo uscire in centro dopo tanto tempo. Anche i professionisti che lavorano in centro sono passati per prendere la cena da asporto nel tardo pomeriggio”. La cosa più importante per il responsabile è però la sicurezza: “Ci siamo immediatamente organizzati per garantire la sicurezza dei nostri dipendenti con i locali. All’interno abbiamo colonnine di disinfettante mentre per il take away c’è una barriera esterna dove consegnamo i pasti in confezioni mono uso, per cui il cliente non entra nel locale”.

Dal Bolognese è sinonimo di qualità da 70 anni: “La cosa che più mi preme dire è che abbiamo garantito la qualità delle materie prime, ma anche di queste confezioni che abbiamo realizzato per i clienti. Da questi dettagli i nostri clienti riconoscono la nostra qualità”. Un’altra novità in vigore da ieri è quella relativa al menu bambini per portare un po’ di colore ai più piccoli. La prossima data è il 1 giugno, quando dovrebbe riaprire anche il servizio al tavolo: “Stiamo lavorando già per capire la soluzione migliore per tornare ad accogliere i nostri clienti, sempre nel rispetto delle misure d’insicurezza”.

Anche i locali delle star come Dal Bolognese affrontano la crisi dunque ma con lo spirito giusto, sperando che le cose possano presto cambiare.

Share this article