La pubblicità Ceres che prende in giro Salvini e il suo «Ah, non posso?»

di Ilaria Roncone | 27/07/2020

Quell’intervento di Salvini a Dimartedì che ormai è entrato nella storia, quando ha chiesto se potesse o meno levare la mascherina per fare un selfie con una signora, è stato ripreso per uno spot di Ceres. Se all’inizio del video possono esserci dubbi, mano a mano che passano i secondi diventa evidente: oltre al riferimento a quell’ormai famoso «Ah, non posso?» non mancano nemmeno le ciliege per riprendere la questione nata mentre Salvini mangiava le ciliegie durante un discorso di Zaia su alcuni neonati morti.

LEGGI ANCHE >>> Ceres chiede scusa a Bruno Peres per un tweet ‘inopportuno’

Ceres prende in giro Salvini

La pubblicità Ceres su Salvini chiama in causa il leader leghista e le sue gaffe senza dubbio alcuno, come fa notare Bufale.net, considerato che già la voce fuori campo parla con una cadenza e un’intonazione simile a quella di Matteo Salvini. Il gioco di parole è sulle nuove qualità di birra Ceres, che sono moltiplicate. C’è anche il richiamo alla battuta di Floris, ripresa proprio per come è stata detta durante la trasmissione di La 7. In basso a destra nel video compare anche la scritta in piccolo: «Voce imitata».

Salvini e le ciliegie nella pubblicità Ceres

Se qualcuno dovesse avere dubbi e non cogliere ancora la citazione arriva anche l’elemento visivo in aiuto. Durante tutto il dialogo fuori campo, infatti, si vede un braccio vestito con un’elegante giacca da uomo che prende le ciliegie da un cestino proprio, come Matteo Salvini ha fatto durante il discorso di Zaia. In seguito al suo gesto si erano scatenate una serie di polemiche sulla sua sensibilità, con il leader del Carroccio che – come è solito fare – ha voluto strumentalizzare una semplice accusa di insensibilità e di inadeguatezza di un gesto in un attacco a chi si fa le canne. La pubblicità della Ceres, ad ogni modo, evidenzia la capacità di chi si occupa della comunicazione del marchio di birra nel creare spot creativi e assolutamente attuali sfruttando fenomeni del momento.