Bonetti: «Bonus figli non solo ai nati nel 2020 ma a tutti i minori di 14 anni»

02/04/2020 di Ilaria Roncone

L’idea della ministra della Famiglia è stata presentata a Circo Massimo su Radio Capital. La Bonetti ha parlato di risorse da accrescere per le famiglie e, in particolare, del bonus figli. Si tratta di una forma di sostegno che, ad oggi, vale solo per i nati nel 2020 ma che la Bonetti vorrebbe estendere in maniera straordinaria l’assegno a tutti i figli, almeno a quelli minori di 14 anni. L’impegno preso dalla Bonetti con le famiglie italiane è quello di far aumentare le risorse dedicate alle famiglie dal governo (ora 1,3 miliardi).

LEGGI ANCHE >>> La differenza tra la gestione della Lombardia (14% di mortalità) e Veneto (3,3%) in due parole

Bonus figli: a tutti i minori di 14 anni dagli 80 ai 170 euro

L’idea della ministra della famiglia è quella di aiutare le famiglie già a partire dal decreto di aprile con l’estensione straordinaria dell’«assegno per tutti i figli almeno per i minori di 14 anni». Il bonus famiglie, ad oggi, «è destinato solo ai nati nel 2020». Si tratta di un bonus per ciascun figlio che va dagli 80 ai 170 euro a seconda dell’Isee. La ministra si è detta convinta che questo bonus possa aiutare concretamente le famiglie. Si tratterebbe di un bonus da richiedere all’Inps, come ha fatto sapere, e che quindi corre il rischio di essere soggetto a tutti i problemi per la domanda del bonus 600 auro agli autonomi.

Bonetti sull’ora d’aria: le regole vanno valutate

Negli ultimi giorni si è creata moltissima confusione rispetto all’ora d’aria concessa ai bambini in compagnia dei genitori. Se prima il Viminale aveva interpretato il decreto in un modo, Conte è arrivato a smentire in diretta video la questione, affermando che le misure stringenti vanno mantenute almeno fino a Pasqua. La Bonetti è d’accordo, aggiungendo però anche che «per bambini e giovani la salute psicofisica è legata anche alla possibilità di stare all’area aperta. Dobbiamo valutare le regole, che probabilmente non permetteranno attività di sport di squadra, e potremo darci nuove regole seguendo scienziati». L’idea della Bonetti parte da «bambini che accedono in modo contingentato a palestre precedentemente sanificate, ad esempio. Non sarà il 14 aprile, potrebbe essere il 1 maggio o il 15 maggio».

 

(Immagine copertina dal profilo Facebook di Elena Bonetti)

Share this article