Secondo voi, è riuscito il tentativo, ripetuto, dei No Mask di bruciare una mascherina?

Dalla manifestazione dei no mask arrivano un video del tentativo di bruciare una mascherina

di Ilaria Roncone | 06/09/2020

«Noi il bavaglio non lo vogliamo: vogliamo parlare, vogliamo gridare, ci vogliamo baciare. La mascherina la dovete bruciare»: si tratta forse della battuta di un romanzo che racconta la ribellione a una dittatura? No, solamente Roma, settembre 2020. Come preannunciato, seguendo i vari movimenti nel resto dell’Europa e del mondo, i negazionisti del Covid hanno deciso di riunirsi nella giornata di ieri davanti alla Bocca della Verità per fare valere le proprie idee. Nel nostro pese vige una dittatura sanitaria e bisogna ribellarsi – questo il fulcro dei discorsi tenuti -. Il gesto più forte venuto in mente sul palco? Bruciare il simbolo della dittatura, il “bavaglio”. Peccato che le cose non siano andate proprio come previsto.

LEGGI ANCHE >>> Quando i negazionisti del Covid hanno avuto bisogno di un dottore durante la manifestazione

No mask Roma, il tentativo di bruciare la mascherina

Protagonista della scena su questo palco è stata Alessandra Giunta, intervenuta durante la manifestazione con il ruolo di “mamma” che non ha mancato di rimarcare. Dopo le prime, infervorate parole, la donna e due altri manifestanti provano – con un accendino – a bruciare la mascherina ma il Dpi non prende fuoco. Chi si aspettava un bel falò e una scena degna della Rivoluzione Francese è rimasto deluso: la mascherina non ha preso fuoco.

La mascherina che non prende fuoco

Il tentativo di bruciare la mascherina fallito fa quantomeno sorridere vista l’ironia della sorte. Non riuscendo al primo tentativo e volendo alimentare la folla, la mamma sul palco chiede nuovamente il microfono passando il demonico bavaglio – neanche le fiamme dell’Inferno se lo vogliono prendere, avranno pensato i negazionisti – per aizzare gli animi della folla. Passa un minuto buono prima che la mascherina prenda fuoco grazie all’accendino e, nel mentre, si parla di bruciare la bandiera 5 stelle – con massima resa in termini di acclamazione della folla – e di madri. «Mamme, basta! Voglio le  mamme, voglio le donne. Donne, dovete rimanere qui. Dovete venire qui- I bambini non ve li dovete fare toccare da nessuno, sono preziosi, sono gioielli».