Verona sarà plastic free dal 2020, in anticipo sulla normativa nazionale

di Gaia Mellone | 27/09/2019

  • L'annuncio dato dal sindaco Federico Sboarina nel giorno del Friday For Future

  • Verona sarà plastic free a partire dal 2020

  • L'ordinanza che coinvolge moltissime categorie

Verona sarà presto una città completamente plastic free. L’annuncio è stato dato, non a caso, nel giorno delle manifestazioni in tutta Italia del Fridays For Future. L’ordinanza firmata dal sindaco Federico Sboarina entrerà in vigore dal prossimo 28 marzo.

Verona diventerà plastic free dal 2020

LEGGI ANCHE> Friday for Future, quanto è davvero ecologica la piazza di Roma?

Verona preferisce accelerare e diventare città plastic free già dal 2020. L’ordinanza firmata dal sindaco Federico Sboarina che dice addio a forchette, bicchieri e piatti in plastica, sarà operativa dal 28 marzo 2020, con parecchi mesi di anticipo rispetto alla normativa nazionale. Una scelta non casuale che permetterà, come ha spiegato il sindaco, «agli esercenti coinvolti nell’iniziativa» di avere « tempo sufficiente per smaltire scorte di prodotti e contenitori in magazzino». «Verona  vuole continuare ad essere città all’avanguardia nella crescita sostenibile – ha continuato il primo cittadino- Questa ordinanza é uno strumento in più per la lotta all’inquinamento da prodotti in plastica». Dal 28 marzo infatti saranno ammessi soltanto posate, piatti, cannucce e ogni altro tipo di contenitori per alimenti e bevande in materiale biodegradabile e compostabile. Una iniziativa che coinvolge tutte le attività commerciali e artigianali del settore alimentare, insieme agli esercizi che somministrano bevande e alimenti. Coinvolti anche gli organizzatori di sagre, eventi e degustazioni realizzate su suolo pubblico. Una adesione massiccia di cui il sindaco Sboarina si felicita: «Il progetto, infatti, è condiviso con le categorie che anzi hanno fatto proprio il provvedimento, dimostrando sensibilità e attenzione al tema. Il cambiamento delle abitudini è soprattutto un fattore culturale ed è fondamentale che aderisca il maggior numero di persone perché sia davvero efficace».

(Credits immagine di copertina: Photo by Alberto Bigoni on Unsplash)