Vaccino Pfizer: da domani l’Ue ha il via libera per l’acquisto, all’Italia 1,7 milioni di dosi

L'Europa e l'Italia stanno lavorando per assicurarsi un numero adeguato di dosi del vaccino Pfizer

10/11/2020 di Ilaria Roncone

Pfizer italia

Ieri è arrivato l’annuncio della copertura al 90% del vaccino Pfizer – portando ad essere il farmaco che, più di tutti, sembra mostrarsi efficace e avanti nella sperimentazione -. Oggi già emergono i primi dettagli sulla fornitura all’Europa e all’Italia. Da domani l’Unione Europea avrà il via libera per l’acquisto delle dosi necessarie, da ripartire poi nei vari paesi, e intanto arrivano dettagli sul patto stretto tra Pfizer e Italia che dovrebbe far avere al nostro paese «1,7 milioni di dosi di vaccino anti Covid» a gennaio.

LEGGI ANCHE >>> Per Burioni il vaccino Pfizer potrebbe essere «la fine di questo incubo»

Vaccino Pfizer Italia, 1,7 milioni di dosi a gennaio

Come riposta Repubblica, Roberto Speranza e i vertici dell’azienda farmaceutica avrebbero partecipato a un incontro lo scorso 29 ottobre. L’incontro è stato riservatissimo e l’obiettivo era quello di pianificare le tempistiche, i dettagli tecnici e quelli logistici per fornire al nostro paese 1,7 milioni di dosi da somministrare ad altrettanti italiani – a partire da quelli che lavorano nella sanità, quindi medici e infermieri – a cominciare dalla seconda metà di gennaio 2021.

L’Unione Europea può acquistare il vaccino Pfizer

Già nella giornata di ieri la presidentessa della Commissione europea Ursula von der Leyen aveva festeggiato su Twitter: «Ottime notizie da Pfizer e BioNTech sui risultati positivi della loro sperimentazione clinica per un vaccino contro il Covid-19. La scienza europea funziona! La Commissione presto firmerà un contratto con loro per avere fino a 300 milioni di dosi». Dopo la firma dei contratti di pre acquisto di dosi di vaccino con tre compagnie farmaceutiche fino ad ora – AstraZeneca, Sanofi-Gsk e Johnson & Johnson – arriva anche la notizia del vaccino Pfizer acquistabile dall’Europa a partire da domani.

Share this article