La frecciata di Travaglio: «Con un altro Agnelli la Juve non avrebbe fatto quella sceneggiata»

Il direttore de Il Fatto Quotidiano, ex tifoso bianconero (fino a Calciopoli), non usa mezzi termini

05/10/2020 di Enzo Boldi

Travaglio contro Andrea Agnelli

Lo stile Juventus non c’è più. Ma da tempo. È questo il pensiero del direttore de Il Fatto Quotidiano dopo quanto andato in scena domenica sera all’Allianz Stadium. Marco Travaglio contro Andrea Agnelli – senza mai citarlo esplicitamente, ma facendo riferimento all’Avvocato – per quella che ha definito una vera e propria sceneggiata. Mentre era noto che il Napoli non potesse raggiungere Torino per disputare il match valido per la terza giornata di Serie A – per tutti i fatti ormai noti e su cui si esprimerà nei prossimi giorni il giudice sportivo -, i social del club bianconero lanciavano le formazioni e pubblicavano immagini del riscaldamento. Come se la partita si dovesse giocare. Insomma, uno stile poco gradito.

LEGGI ANCHE > Il Presidente del Genoa: «Si intuisce che il Napoli non volesse giocare quella partita»

«Se la Juventus fosse in mano ad un altro Agnelli come l’Avvocato, che teneva alle forme, non si sarebbe presentata in campo ieri per quella sceneggiata». Insomma, secondo Travaglio (ospite di Un giorno da pecora, su Rai Radio 1) si sarebbe dovuta dare meno enfasi con i comportamenti da parte di staff e calciatori bianconeri, come il presentarsi in campo come se si dovesse giocare. Mentre il fatto che il Napoli non sarebbe mai arrivato all’Allianz Stadium era il classico ‘segreto di Pulcinella’.

Travaglio contro Andrea Agnelli, e ricorda l’Avvocato

Dopo averlo detto tra le righe, Marco Travaglio contro Andrea Agnelli cita esplicitamente il presidente bianconero: «È tanto bello vincere 3-0 sul campo, batterli a tavolino perché non possono partire è una cosa penosa. Poi Andrea Agnelli ha detto ‘noi rispettiamo le regole’. Da juventino, ci hanno sbattuto in Serie B perché non rispettavamo le regole». Ma il direttore de Il Fatto Quotidiano non si esprime sulle colpe del Napoli: potrebbe aver sbagliato in una serie di comportamenti, ma poi è arrivato quel messaggio dalla Asl.

(foto di copertina: da Otto e Mezzo, La7 + Sky Calcio)

Share this article