Le priorità di Teresa Bellanova vuole «uova e colombe pasquali sugli scaffali» | VIDEO

di Enzo Boldi | 22/03/2020

Teresa Bellanova

Nulla contro la Pasqua e le tradizioni, anche a tavola. Il video-messaggio condiviso sui suoi canali social dal ministro per le Politiche Agricole Teresa Bellanova, però, sembra essere un qualcosa di fuori dal tempo e fuori dal Mondo. Mentre si registrano file chilometriche fuori dai supermercati, mentre vengono chiuse le fabbriche che non producono beni essenziali e mentre i cittadini si trovano di fronte a problemi più grandi rispetto alla scelta dell’uovo pasquale o della colomba, ecco che arriva l’invito alle aziende italiane a rifornire gli scaffali con le prelibatezze tipiche del periodo.

LEGGI ANCHE > Matteo Renzi attacca Conte: «È una pandemia, non il Grande Fratello»

Certo, Teresa Bellanova ha ragione a sostenere come le imprese del Made in Italy debbano esser sostenute in questo momento storico, per via della crisi acuita e peggiorata incommensurabilmente dall’emergenza sanitaria. Ma chiedere di riempire gli scaffali di prodotti non di prima necessità sembra essere leggermente fuori luogo o, almeno, fuori contesto.

Teresa Bellanova e la richiesta di uova e colombe sugli scaffali

«Tante donne e tanti uomini stanno lavorando per assicurare a tutti noi cibo sano e di qualità – spiega Teresa Bellanova nel suo video condiviso su Twitter -. Ai cittadini dico di fare la spesa e comprare italiano. Tra poche settimane sarà Pasqua. Vi chiedo di lanciare un messaggio tutti insieme: io non rinuncio alle tradizioni, anche a tavola. E faccio un appello alla grande distribuzione che in queste ore sta svolgendo un compito importante per la sicurezza alimentare: assicurate la presenza nei nostri negozi dei prodotti della tradizione pasquale». Il messaggio si conclude con l’invito a compare e mangiare italiano.

(foto di copertina: da profilo Twitter)