La bufala della tabella Ansa con il calendario delle riaperture per la fase 1, 2 e 3

di Enzo Boldi | 19/04/2020

Tabella riaperture Ansa
  • Sta circolando sui social e tre le chat Whatsapp una tabella riaperture Ansa

  • La stessa agenzia è stata costretta a smentire la notizia, annunciando provvedimenti legali

  • Si tratta della classica bufala

In tantissimi hanno ricevuto – e condiviso via chat – una presunta tabella riaperture Ansa in cui si fa riferimento a un calendario con il programma di riaperture per lo sviluppo della fase-2 e della fase-3. Oltre a essere una infografica lontana dalla realtà – dato che non è stato ancora deciso nulla in merito -, la fake news è stata articolata mettendo in basso anche il logo della famosa agenzia di stampa, costretta a smentire la paternità di quel documento e ad annunciare misure legali nei confronti di chi l’ha diffusa.

LEGGI ANCHE > La bufala dei colloqui tra Palazzo Chigi e Quirinale per una «task force per la ricostruzione» guidata da Mario Draghi

Il governo, insieme alla task force guidata da Vittorio Colao (che dovrà fornire indicazioni all’Esecutivo, non dare un calendario di riaperture) e al comitato tecnico-scientifico, sta lavorando per approntare un calendario per la ripartenza. Ma quello che sta circolando in questi giorni tra sociale e chat Whatsapp ha tutti i crismi della bufala. L’espediente utilizzato è sempre il solito: si prova a usare un format che riconduce ad autorevoli testate, in questo caso Ansa, per dare una parvenza di ufficialità. Il tutto per mirare a una condivisione di massa che genera solamente incertezza (o speranza) in chi la riceve. Inoltre, occorre sottolineare come il sito Ansa.com, citato in basso, non esista.

Tabella riaperture Ansa

La tabella riaperture Ansa è una bufala

«Circola in queste ore in alcune chat di whatsapp e su Facebook una falsa infografica attribuita all’agenzia ANSA a proposito dei tempi delle riaperture. La direzione dell’ANSA avvisa tutti gli abbonati e i lettori di Ansa.it e dei nostri profili social che si tratta di informazioni false mai pubblicate dalla nostra agenzia. L’ufficio legale ha presentato denuncia alla Polizia Postale», scrive in un comunicato l’agenzia di stampa.

(foto di copertina: da chat Whatsapp)