Lockdown e quarantena visti con gli occhi di ‘Suocera psicopatica’

di Redazione | 14/05/2020

suocera psicopatica
  • Suocera Psicopatica è il progetto che va a indagare nel rapporto nuora/suocera

  • L'esperienza della fondatrice del blog e della pagina Facebook Federica Falcone

Quando ha fondato la sua pagina Facebook Suocera PsicopaticaFederica Falcone proprio non pensava di dover affrontare anche i temi della quarantena. Eppure, cosa c’è di più rappresentativo di questo momento storico della ‘convivenza forzata’ tra suocera e nuora o, ancora, del ricongiungimento dopo due mesi di lockdown? «Per non parlare – scherza con noi Federica Falcone – di tutti i matrimoni saltati o rimandati in questo periodo. Anche io e il mio compagno dovevamo sposarci in autunno, ma abbiamo preferito scegliere una nuova data. Il commento di mia suocera? ‘Forse era destino che non dovevate sposarvi’».

LEGGI ANCHE > Drive in Roma, l’organizzatore ci racconta il progetto per aiutare il cinema

Guida alla pagina Facebook Suocera Psicopatica

Battute a parte, Federica Falcone è molto orgogliosa quando presenta il suo progetto: Suocera Psicopatica ha 46mila like su Facebook e sta cercando di allargare i suoi followers anche su Instagram. La pagina Facebook, poi il blog: tutto per affrontare un tema vecchio come il mondo, quello dei rapporti tra le coppie e i suoceri, cercando di dare spazio il più possibile alle segnalazioni degli utenti e cercando anche di affrontarle con una certa ironia.

«Il progetto è nato del 2015/2016 – ci ha spiegato Federica Falcone -. All’epoca non avevo rapporti idilliaci con mia suocera. Decisi di aprire questa pagina per dare sfogo a questi sentimenti. Man mano ho scoperto di  non essere l’unica ad avere questo tipo di problema. Si è creata una community che chiede di pubblicare in anonimo le proprie testimonianze. In più, abbiamo un gruppo chiuso, dove il contatto tra gli utenti è più se tretto e ci si scambia consigli molto più liberamente».

Il target è tipicamente femminile. Nel senso che su Suocera Psicopatica è molto più semplice trovare storie di conflitti tra suocera e nuora. Dalle litigate per i figli/nipoti – sempre più spesso visti come una forma di ‘ricatto’ nei rapporti tra suocera e nuora -, fino alla gelosia per il figlio/marito del quale, spesso, la suocera non accetta l’indipendenza. Ma ci sono anche altri topics, persino sfide in cucina.

Come è cresciuto il progetto di Suocera Psicopatica

«La pagina ha avuto, nell’ultimo periodo, una svolta simpatica – ha ricordato Federica Falcone -. Con il suo successo sempre maggiore sono arrivate anche le prime ospitate in tv con Marco Liorni e Caterina Balivo. Mi chiamavano per chiedermi il mio sguardo sui conflitti in famiglia. Ed è importante che il rapporto suocera/nuora sia visto non semplicemente come un elemento di folklore, ma come un qualcosa che possa davvero provocare un disagio. Questa pagina vuole abbattere anche il muro dell’omertà che si viene talvolta a creare. Bisogna parlare con serietà dei tempi che cambiano, dell’emancipazione femminile, del superamento di alcune tradizioni. Ci sono donne che vivono male il rapporto con suocere troppo invadenti, che arrivano a manifestare stati di depressione per questo. Sarebbe utile, invece, analizzare attentamente il problema e lanciare un messaggio d’amore. Anche attraverso, perché no, corsi pre-matrimoniali sul tema».

Suocera Psicopatica, tuttavia, non è soltanto una questione fra donne. Capita anche di raccogliere qualche testimonianza di uomini in conflitto: «Ma in questo caso – ci spiega Federica Falcone – le esigenze sono diverse. Gli uomini lamentano l’invadenza delle suocere e della famiglia delle mogli nei rapporti di coppia, la mancanza di intimità, problemi legati al sesso. Ma veri e propri litigi con le suocere sono decisamente rari».

Suocera Psicopatica offre uno spaccato di vita quotidiana, entra nelle case degli italiani e favorisce la loro voglia – un po’ nella nostra natura – di conoscere quello che succede oltre le tende dell’appartamento. Racconta di suocere che si fanno preparare le gigantografie delle foto con i figli per esibirle a ogni pranzo di famiglia, di vere e proprie battutine al veleno tra una portata e l’altra, di litigate epiche. Qualcuna finisce con un sorriso, qualche altra invece no. Di sicuro, in questi 5 anni di lavoro, Federica Falcone ha raggiunto un obiettivo: «Adesso il mio rapporto con mia suocera è molto sereno. Quando la mia pagina ha fatto in modo di tirare fuori l’argomento, la madre del mio compagno ha fatto mea culpa. Senz’altro posso inserirlo nei lati positivi di questo nuovo lavoro che ci siamo inventati».