Domani arriverà il via libera per la ripresa degli sport di contatto

di Enzo Boldi | 24/06/2020

Sport di contatto
  • Lo ha annunciato il ministro Spadafora. Manca solo l'ok finale di Speranza

  • Da domani via libera alla ripresa degli sport di contatto

  • Un annuncio che farà gioire milioni di italiani

Manca solo l’ok di Speranza, che pare essere solo una formalità. Il ministro Vincenzo Spadafora ha annunciato, attraverso il suo profilo Facebook, di aver già trovato l’accordo con la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per la ripresa degli sport di contatto. In origine, secondo i piani iniziali, si doveva ripartire lo scorso 18 giugno. Poi, però, ha vinto la linea della prudenza (sollevando numerose critiche, anche interne) procrastinando il tutto al 25 giugno, cioè domani. E ora quel giorno è arrivato.

LEGGI ANCHE > Calcetto, pallavolo, basket e gli altri sport di contatto riprenderanno (forse) il 25 giugno

«Prima dei termini previsti, ho incontrato in video conferenza il Presidente Bonaccini e i rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, che hanno stilato le indicazioni per la ripresa immediata, che saranno approvate domani. Già ieri ho anticipato il mio parere favorevole alla riapertura», ha annunciato Vincenzo Spadafora su Facebook. La ripresa degli sport di contatto, dunque, arriverà ufficialmente domani. Ancora non è chiara la data per la riapertura degli impianti che, indicativamente, potrebbe arrivare per lunedì 29. Ma la sorpresa, se così si piò dire, potrebbe essere un anticipo al prossimo fine settimana.

Sport di contatto, domani il via libera

L’ok ufficiale manca di un solo tassello: il parere positivo del ministro della Salute Roberto Speranza. Secondo quel che sostiene Spadafora, non appena arriverà il suo assenso – che sarà, senz’altro, sostenuto dalle posizioni degli esperti del comitato tecnico-scientifico che hanno già redatto linee guida e protocolli ad hoc per gli sport amatoriali – si potrà riprendere con gli sport di contatto, fermi ormai dall’inizio dell’emergenza sanitaria.

Calcetto, pallavolo, beach volley e molto altro

Gli impianti interessati da questo provvedimento saranno quelli di calcio a 5, calcio, basket, pallavolo, beach volley, rugby e tutti gli altri sport di contatti. Da domani, dunque, potrebbe arrivare questo tanto atteso e agognato ritorno al passato e a una normalità svanita nel nostro quotidiano.

(foto di copertina: da Pixabay)