Quando lo spoiler finisce di essere uno spoiler?

di Redazione | 24/05/2016

spoiler serie tv

Con il moltiplicarsi delle serie tv e, sopratutto, dei canali tv e online su cui è possibile vedere gli episodi delle varie serie e dei luoghi sul web dove si possono commentare gli episodi, scambiarsi informazioni, contenuti e commenti, è sorto anche un problema relativamente nuovo: quello degli spoiler. Uno spoiler, nel caso ci fosse bisogno di una definizione, è un’anticipazione che svela parte di un contenuto più o meno inedito che solitamente, rivela anche il classico colpo di scena contenuto in un film o in una serie tv. Va da sé che lo spoiler ha una connotazione quasi sempre negativa: chi segue un prodotto con carattere di serialità difficilmente vuole che gli venga rovinato l’effetto sorpresa. Per questo chi “spoilera” (dall’inglese To Spoil: rovinare, guastare) viene visto come il classico guasta feste che, all’uscita dal cinema, urla che l’assassino è il maggiordomo agli spettatori che stanno per entrare a vedere il film. Ma quando uno spoiler finisce di essere uno spoiler?

Games Of Thrones 6: i misteri che devono essere svelati nella nuova stagione (No spoiler)

SPOILER SERIE TV

Nel caso delle serie tv, ad esempio, le ore precedenti alla messa in onda e quelle immediatamente successive sono ad altissimo rischio spoiler: il risultato sono commenti criptici sui social media, frasi allusive, avvisi di “spoiler alert” che talvolta sfociano in polemiche vere e proprie perché qualcuno ha rivelato un particolare di troppo e qualcun altro si è arrabbiato (vedi quello che è successo la notte di Capodanno su Rai1, con l’sms che rivelava il finale di Star Wars). Ma, se l’ansia di evitare gli spoiler prima della messa in onda del contenuto è in qualche modo comprensibile, quando invece si può dire che uno spoiler non è più tale dopo che il film o l’episodio della serie tv è stato reso pubblico? Prendiamo ad esempio Game of Thrones 6×05: chi ha visto l’episodio in contemporanea con la messa in onda americana per quanto tempo non può dire una sillaba a proposito di quello che accade a uno dei personaggi? (Attenzione, spoiler).

QUANDO UNO SPOILER FINISCE DI ESSERE UNO SPOILER?

Questa domanda se l’è posta Seb Patrick che sul sito Den of Geek ha provato a stabilire la data di scadenza di uno spoiler:

Dopotutto, se ti trovi su una bacheca o un blog puoi salvarti dagli spoiler evitando di cliccare su conversazioni o post che trattano di un particolare argomento. Ma con i social media non si può fare questa distinzione, perché non si può sapere in anticipo cosa scriverà uno dei tuoi amici, e quindi evitare gli spoiler diventa più difficile.

Secondo Seb Patrick è una questione di regole non scritte, una specie di galateo dello spettatore delle serie tv, mutuato dal comportamento dello spettatore cinematografico:

Anche se ci sarà sempre il cretino che si diverte a rovinare i film, c’è uno standard comunemente accettato che dice che se un film è ancora in sala, è fuori luogo parlare di qualsiasi cosa che possa rovinare la sorpresa a chi quel film lo deve ancora vedere. […] Si tratta di limitazioni che tendono a cadere naturalmente dopo che il film in questione è stato ampiamente distribuito e che comunque cessano di essere tali ben prima del’uscita del DVD. […]

Ma se applichiamo questo sistema convenzionale alle serie tv, quand’è che è passato un tempo ragionevole per poterne parlare apertamente? Ecco la risposta:

Considerato che le serie tv possono durare anche molti anni, un buon compromesso sarebbe che, all’inizio di ogni nuova stagione, ciò che succede nella stagione precedente smette di essere oggetto di spoiler. […] Nonostante questo, comunque, ci sono film e serie tv che molta gente deve ancora vedere. Un esempio può essere quello di Twin Peaks: non l’ho mai visto, quindi non so chi ha ucciso Laura Palmer. Saperlo prima di vedere tutta la serie rovinerebbe la mia esperienza, ma so che questo è un tipo di spoiler piuttosto facile da evitare.

LA REGOLA D’ORO PER ANTI-SPOILER

E quindi, dovremmo smettere di discutere online sugli sviluppi e i colpi di scena della nostra serie tv preferita perché ci può essere sempre qualcuno che ancora non l’ha vista?

Non si può pensare che tutti vedano tutto nel preciso istante in cui questo diventa disponibile per la visione e, come per tutte le cose, la  realtà sta nel mezzo. Non ci può essere una regola che determina la data di scadenza di uno spoiler, perché ognuno di noi ha limiti differenti.

Ma c’è una regola d’oro:

La regola che mi sentirei di suggerire è quella di non essere sleali (naturalmente c’è un altro termine meno educato di dirlo). Ma se sei uno di quelli che vedono le nuove puntate di una serie tv un attimo dopo che queste sono disponibili fai attenzione a ciò che scrivi e dai a chi ti legge la possibilità di evitare di rovinarsi il divertimento. Dall’altra parte, se hai la fobia degli spoiler pensaci bene prima di insultare qualcuno solo perché, in buona fede, ha rivelato qualche dettaglio nel mezzo di un discorso che tu hai letto o sentito per caso.

Anche perché, in fin dei conti, sapere cosa succederà è ciò che ci interessa veramente:

[…] Il bello di tante serie tv e film è proprio la discussione che si crea mentre lo si vede: e quando questa discussione si crea online gli spoiler sono degli effetti collaterali inevitabili. Comunque, se avete già letto il libro da cui è tratto un film o una serie tv, statevene zitti.

(Photocredit copertina: makeameme.org)

TAG: serie tv