Raggi e Castelli: «Ordinato lo sgombero a Casapound, ripristiniamo la legalità»

di Ilaria Roncone | 03/06/2020

  • Virginia Raggi e Laura Castelli hanno comunicato via Twitter che lo sgombero di Casapound è stato deciso

  • A comunicarlo agli esponenti del movimento sono stati dei poliziotti

Il tanto atteso sgombero Casapound del quale si parla da anni sembra essere in dirittura d’arrivo. Secondo quanto riportato da alcuni politici, starebbe per arrivare l’ordine di sgombro della storica sede occupata in via Napoleone III, nel cuore del quartiere Esquilino di Roma. Come riporta Adnkronos e come si legge sul profilo Twitter della sindaca di Roma Virginia Raggi e della sottosegretaria al ministero dell’Economia Laura Castelli, il palazzo occupato abusivamente verrà sgomberato.

LEGGI ANCHE >>> La Raggi ha scritto una lettera ai ministri di Economia e Difesa per far sgomberare Casapound

Sgombero Casapound a Roma

Già lo scorso agosto la Raggi aveva disposto la rimozione della scritta dalla facciata del palazzo in questione e sul fatto, puntualmente, si era sempre tornati. Nemmeno una settimana fa la sindaca della capitale aveva scritto sia al ministro della Difesa che a quello dell’Economia per far presente la situazione di occupazione abusiva sia a Roma che a Ostia (in via delle Baleniere) ancora in corso. Qualora le famiglie occupanti fossero qualificate come in stato di necessità, sarà l’assistenza pubblica ad occuparsene – come ha sottolineato la Raggi.

I tweet di Raggi e Castelli

Sia la Raggi che la Castelli hanno gioito via Twitter di quanto sta accadendo, comunicando ufficialmente che la questione sta arrivando alla concreta attuazione. Scrive la Raggi: «Finalmente qualcosa si muove su sgombero palazzo occupato abusivamente da #Casapound in centro a Roma. Ripristiniamo la legalità».


Le fa eco la Castelli: «Ho appena saputo che è stato ordinato lo sgombero a Casapound. Ci lavoriamo da tanto, finalmente si ristabilisce la legalità».

TAG: Casapound