EasyJet annuncia un’indagine interna e si scusa con tutti i calabresi

di Gianmichele Laino | 23/06/2020

scuse EasyJet

EasyJet, alla fine, ha scelto la strada più ovvia. Quella di scusarsi con tutti i calabresi per quanto accaduto con la descrizione nella sezione Ispirami della compagnia low-cost. Una descrizione di Lamezia Terme, una delle destinazioni, come un luogo non propriamente vocato al turismo a causa della mafia e dei terremoti. Successivamente, ha cambiato la descrizione parlando anche di presunti paesaggi alpini in Calabria, ma comunque non era stata ritenuta una risposta sufficiente.

LEGGI ANCHE > Per EasyJet in Calabria non ci sono turisti a causa della mafia e dei terremoti

Scuse Easyjet per le frasi sulla Calabria

Anche il ministro per il sud Peppe Provenzano aveva chiesto ufficialmente le scuse alla compagnia aerea per le parole scritte sulla Calabria e, oggi, sono arrivate attraverso una nota che la società ha fatto diffondere attraverso i suoi canali di stampa.

Secondo la compagnia aerea, infatti, l’intento originario di quel messaggio era quello di «sottolineare quanto la Calabria sia sottovalutata all’estero da un punto di vista turistico». Insomma, non ci sarebbe stata – e ci mancherebbe altro – nessuna cattiva intenzione da parte di EasyJet di mettere in pessima luce la regione e la città di Lamezia Terme. A questo proposito, la compagnia aerea ha annunciato un’indagine interna su quanto accaduto.

Scuse EasyJet, avviata un’indagine interna

«Abbiamo provveduto immediatamente a rimuovere il testo in questione e avviato un’indagine interna per capire l’accaduto e fare in modo che non accada mai più». La compagnia ha anche sottolineato come la Calabria sia un territorio strategico per EasyJet, dal momento che il primo volo post lockdown, lo scorso 15 giugno, è effettivamente atterrato a Lamezia Terme. Una sorta di mano tesa per fare pace. Gli italiani – e i calabresi in particolare – la accetteranno con leggerezza?

TAG: Easyjet