Salvini vuole abolire le scuole medie

di Enzo Boldi | 14/11/2019

Salvini indagato

Abolire le scuole medie. È questa la nuova idea di Matteo Salvini che ha definito quei tre anni – che in realtà, da molto tempo, si chiama scuola secondaria di primo anno – come un parcheggio inutile. È questo uno dei piani inseriti in una riforma dell’istruzione che il leader della Lega sta portando avanti e che vorrebbe proporre. Prima o poi. E nel mirino finisce anche il calendario delle vacanze estive che, secondo il Carroccio, non sarebbe in linea con quanto accade negli altri Paesi Europei. La tanto vituperata Unione Europea, dunque, ora diventa un esempio da seguire.

LEGGI ANCHE > La faccia di Salvini quando si accorge di aver detto che i soldi per la Manovra li avrebbe presi dagli italiani | VIDEO

«Stiamo lavorando per eliminare i tre anni di buco della scuola media. Nessun Paese europeo ha questi tre anni di parcheggio, così come tre mesi di vacanze estive». In realtà, occorre ricordarlo, Matteo Salvini fa parte dell’opposizione in Parlamento. Quindi il suo ‘lavorare’ non può portare a nulla (fino a che non ci saranno nuove elezioni) non porterà a una riforma dell’istruzione. A meno che, e questo caso sembra quasi impossibile, non si trovi un accordo di larghe intese. Anche se dalla maggioranza non arrivano indicazioni in questa direzione.

Matteo Salvini vuole abolire le scuole medie

«Matteo Salvini non perde occasioni per tacere. Di scuola non si parla per slogan e la scuola media non è un parcheggio: vi lavorano docenti, personale Ata, dirigente scolastici e vi studiano ragazze e ragazzi», ha commentato Lucia Azzolina – deputata del Movimento 5 Stelle e sottosegretaria al Ministero dell’Istruzione – con una diretta video su Facebook.

«Non si può pensare che tutte le scuole medie d’Italia siano dei parcheggi – conclude Lucia Azzolina -. Provo imbarazzo di fronte a queste proposte, perché la scuola è una cosa seria».

(foto di copertina: ANSA/GIUSEPPE LAMI)