Salvini esulta per la chiusura degli shop di cannabis, per Giuseppe Conte «non è all’ordine del giorno»

di Gaia Mellone | 09/05/2019

  • Ennesima frattura del governo gialloverde: stavolta il tema è la cannabis legale

  • Matteo Salvini festeggia la chiusura di alcuni negozi

  • Giuseppe Conte: «Non è un tema all'ordine del giorno»

Matteo Salvini lo aveva preannunciato durante la puntata di Otto e Mezzo: «Sulla droga faccio andare il governo a casa». Il vicepremier non è disposto a cedere e ha annunciato la chiusura dei negozi di cannabis legale «uno ad uno», e ha già cominciato. Oggi infatti sono stati chiusi tre negozi a Macerata, Porto Recanati e Civitanova Marche.

Salvini esulta per la chiusura degli shop di cannabis, per Giuseppe Conte «non è all’ordine del giorno»

Durante il comizio a Pesaro il ministro dell’Interno ha ringraziato «magistratura e forze dell’ordine» per aver prontamente chiusi i tre negozi. «Da oggi comincia una guerra via per via, negozio per negozio, quartiere per quartiere, città per città – ha aggiunto il vicepremier -. Gli spacciatori non li voglio, la droga fa male. Meglio un uovo sbattuto». Salvini si augura che il «”modello Macerata”» venga replicato con lo stesso successo anche nel resto d’Italia, annunciando che invierà una direttiva «con questa indicazione».

Dai partner di governo non c’è però la stessa esultanza, anzi. Luigi Di Maio commenta la nuova battaglia di Salvini scrivendo su Facebook che «evidentemente nella Lega dopo aver visto gli ultimi sondaggi che davano in ripresa il MoVimento sono andati in paranoia. Non a caso hanno ricominciato a parlare di grembiulini, armi, province e ora arrivano persino ad inventarsi che siamo a favore della droga (che è folle solo pensarlo). E vedrete che fra poco inizieranno a buttare in mezzo altre provocazioni». «Dispiace davvero che si arrivi a questo – ha continuato Di Maio sul social – ovvero a sparlare di tutto pur di riprendere qualche voto in più».

Sulla stessa linea anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che, quando gli viene chiesto quale sia la sua posizione sulla cannabis light, risponde di avere «un’agenda con un ordine del giorno molto fitto, questo non è all’ordine del giorno».

(credits immagine di copertina: Pixabay License, Matteo Salvini: ANSA/Daniele Carotti)