Salvatore Buzzi e Luca Gramazio sono tornati liberi

di Redazione | 26/06/2020

Salvatore Buzzi

Era prevedibile, soprattutto dopo la scarcerazione di Massimo Carminati. La questione della decorrenza dei termini rispetto alla sentenza della Cassazione che aveva chiesto di rivedere le pene anche per Salvatore Buzzi ha comportato inevitabilmente la scarcerazione dell’uomo che, insieme all’ex Nar, aveva giocato un ruolo centrale per gli inquirenti dell’inchiesta Mondo di Mezzo e nel successivo processo che lo aveva condannato in secondo grado a 18 anni e 8 mesi. La sentenza della Cassazione, tuttavia, aveva eliminato e stralciato dai capi di imputazione l’aggravante mafiosa. Per questo motivo, la corte d’Appello di Roma ha stabilito la scarcerazione.

LEGGI ANCHE > Oggi Massimo Carminati uscirà dal carcere di Oristano

Salvatore Buzzi e Luca Gramazio in libertà

Sia Salvatore Buzzi, sia Luca Gramazio erano agli arresti domiciliari. Salvatore Buzzi avrà l’obbligo di dimora nel territorio della Capitale, ma potrà essere libero di muoversi per le strade di Roma. Trattamento dunque simile rispetto a quanto avvenuto a Massimo Carminati qualche giorno fa.

Inizialmente, il tribunale del Riesame aveva rigettato il ricorso presentato dalla Procura generale della Corte d’appello di Roma contro la sua scarcerazione nel mese di aprile 2020. Ora, la corte d’Appello ha accolto quel ricorso e ha stabilito per Salvatore Buzzi l’obbligo di dimora a Roma. Dopo cinque anni di detenzione in regime di massima sicurezza, gli erano stati concessi gli arresti domiciliari alla fine del 2019. Ora, ha una restrizione ancora più debole della propria libertà personale.