Roma, una scrofa uccide un uomo, grave il bambino di 2 anni: «Stava per sbranarlo»

di Gaia Mellone | 07/10/2019

Una gita conclusasi in tragedia quella di un cittadino rumeno di 50 anni e del bambino di soli due anni, figlio dell’amico. Dopo aver concluso il pranzo in famiglia presso un allevamento nel terreno agricolo di Corcolle, nell’estrema periferia di Roma, l’uomo era entrato nel recinto di maiali per mostrare i nuovi nati al nipotino. La scrofa però li ha immediatamente aggrediti, uccidendo l’uomo e ferendo gravemente il piccolo.

Roma, una scrofa uccide un uomo, grave il bambino di 2 anni: «Stava per sbranarlo»

LEGGI ANCHE> I Quokka non sono così dolci e carini come pensate

L’animale si è scagliato contro il cittadino rumeno con una tale violenza da averlo buttato a terra, dove ha cominciato a morderlo ferendolo mortalmente. Il corpo dell’operaio cinquatenne è stato ritrovato ricoperto di fango e impossibile da riconoscere per i morsi: l’identificazione è stata possibile dalle forze dell’ordine sulla base dei racconti dei testimoni e dei documenti che aveva in tasca. Ferite grave riportate anche dal bambino di due anni che era con lui: il suo pianto e le urla hanno attirato l’attenzione dei parenti che si trovavano tra le baracche dell’allevamento, che lo hanno soccorso e chiamato il 118, che ha trasportato il bambino d’urgenza all’ospedale Tor Vergata e poi al Bambino Gesù, dove il bambino è stato rianimato per circa 30 minuti. Il padre ha raccontato che se non fosse intervenuto l’animale avrebbe «sbranato» il figlio.

Al momento non è ancora stato aperto nessun fascicolo e le forze dell’ordine stanno trattando quanto accaduto come un incidente, ma sarà il pm Carla Canaia a decidere come procedere. Per ora infatti sembrerebbe esserci l’intenzione di procedere con indagini di tipo amministrativo volte ad accertare la regolarità dell’allevamento e lo stato degli animali, verificando che abbiamo microchip e vaccinazioni obbligatorie. Dai primi riscontri emerge che l’allevamento e gli animali non erano mai stati denunciati dal proprietario del terreno.

(Credits immagine di copertina: Pixabay License)

TAG: maiale