Elezioni comunali 2019: il M5S sparisce dalla cartina geografica

di Redazione | 27/05/2019

data elezioni europee 2019

Quasi il 50% dei comuni italiani è andato alle urne il 26 maggio. Ecco tutti i risultati nelle principali città tra i 3829 comuni al voto. Ci sono 28 capoluoghi di provincia che hanno votato e ben cinque capoluoghi di regione come Firenze, Perugia, Potenza, Campobasso e Bari. Oltre a questi, sceglieranno il loro sindaco Ascoli Piceno, Avellino, Bergamo, Biella, Cesena, Cremona, Ferrara, Foggia, Forlì, Lecce, Livorno, Modena, Pavia, Pesaro, Pescara, Prato, Reggio Emilia, RovigoUrbino, Verbania, Vercelli e Vibo Valentia. 

Risultati amministrative 2019: com’è andato il voto

Il centrosinistra ottiene delle vittorie importantissime a Firenze (con Dario Nardella), Bari (con Antonio Decaro), Lecce (con Salvemini) e Modena (con Muzzarelli): in queste grandi città, la vittoria è arrivata al primo turno. A Perugia, a Pavia e a Vibo Valentia, invece, è stato il centrodestra a vincere al primo turno. Nelle altre città si andrà al ballottaggio: la competizione non ha fatto mancare le sue sorprese. Ma il dato più eclatante è l’esclusione del Movimento 5 Stelle da tutti i ballottaggi.

Da segnalare, oltre alla sfida in altre città molto importanti con oltre 15mila abitanti (se non si raggiungerà al primo turno la maggioranza del 50%, ci sarà un turno di ballottaggio), anche quella nel comune calabrese di San Luca, la cui amministrazione fu sciolta tempo fa per infiltrazione mafiosa e dove non si è votato per diverse tornate elettorali, affidando il paese a un commissario prefettizio. Qui, Klaus Davi non è riuscito nell’impresa di farsi eleggere sindaco.

Anche Riace, la città di Mimmo Lucano, sarà chiamata a scegliere un nuovo primo cittadino, con il simbolo dell’accoglienza che sarà comunque in lista, nonostante le sue vicende giudiziarie. La città, tuttavia, ha optato per la proposta alternativa di Antonio Tripoli. Intanto a Rossana e a Torre dei Passeri non si è raggiunto il quorum: una sola lista presente e meno del 50% degli elettori alle urne. A Tione in Trentino, invece, Eugenio Antolini è diventato sindaco, essendo andati alle urne il 71,09% degli elettori ed essendo lui l’unico candidato in lizza per la carica.

I risultati definitivi saranno noti a partire dalle ore 14 di lunedì 27 maggio, quando inizieranno gli scrutini. Precedentemente, invece, le sezioni elettorali saranno impegnate a definire i risultati delle elezioni europee che si svolgeranno in tutta Italia il 26 maggio.

Ecco i risultati comune per comune:

Risultati amministrative 2019: Ascoli Piceno

Ad Ascoli Piceno la giunta uscente è di centrodestra. Ma c’è stata una spaccatura nella maggioranza, che ha portato ad avere un candidato ufficiale del centrodestra e un altro alla guida di liste civiche. Sono sette le liste presenti.

Marco Fioravanti [centrodestra] 38,12%

Piero Celani [Celani Sindaco, Ascoli x Ascoli, Ascoli nel Futuro, Movimento Ascolano, Forza Popolare, Pensiero Popolare Piceno] 21,12%

Pietro Frenquellucci [centrosinistra] 14,08%

Massimo Tamburri [M5S] 13,26%

Emidio Nardini [Ascoli e partecipazione] 9,65%

Giorgio Ferretti [CasaPound, O.S.A.] 2,29%

Alberto Di Mattia [Fuori dal Tunnel] 1,48%

Risultati amministrative 2019: Avellino

Ad Avellino si torna al voto dopo appena un anno, dal momento che il sindaco uscente del M5S non ha più una maggioranza in consiglio comunale. Qui la Lega corre da sola, divisa dal resto della coalizione di centrodestra. Sono otto in totale i candidati in lizza.

Luca Cipriano [centrosinistra] 32,86%

Gianluca Festa [Vera, W Avellino] 28,18%

Ferdinando Picarielo [Movimento 5 Stelle] 12,07%

Costantino Preziosi [Forza Italia, Fratelli d’Italia, Udc] 10,76%

Amalio Santoro [Si Può] 7,48%

Biancamaria D’Agostino [Lega] 6,60%

Massimo Passaro [Polis, Cittadini in movimento] 2,5%

 

Risultati amministrative 2019: Bari

Antonio Decaro punta alla riconferma a Bari: verrà sfidato da una coalizione compatta di centrodestra e dal Movimento 5 Stelle. Cinque le liste in tutto che cercheranno di ottenere un seggio in consiglio comunale.

Antonio Decaro [centrosinistra] – 65.57% 

Pasquale Di Rella [centrodestra] – 24,73%

Maria Elisabetta Pani [M5S] – 8.3%

Irma Melini [Irma Melini x Bari] – 0.72%

Sabino De Razza [Baricittaperta] – 0,47%

Francesco Corallo [lista civica] – 0,12%

Risultati amministrative 2019: Bergamo

Anche a Bergamo c’è un candidato uscente di centrosinistra, Giorgio Gori, che punta a un secondo mandato. La competizione prevede quattro liste

Giorgio Gori [centrosinistra] – 55,34%

Giacomo Stucchi [centrodestra] – 39.35%

Nicholas Anesa [M5S] – 3,61%

Francesco Macario [Bergamo in comune] – 1,71%

Risultati amministrative 2019: Biella

L’uscente è un sindaco di centrosinistra, Marco Cavicchioli, che cercherà di ottenere la riconferma. Cinque le liste presenti: oltre a quella di centrosinistra, di centrodestra e del M5S, ci saranno due civiche.

Claudio Corradino [centrodestra] 41,12%

Donato Gentile [Buongiorno Biella, Lista Civica Biellese, Biella è Gentile, Uniti per Biella] 28,11%

Marco Cavicchioli [centrosinistra] 19,95%

Giovanni Rinaldi [M5S] – 7,55%

Alessandro Pizzi [Onda Verde Biella] – 2,27%

 

Risultati amministrative 2019: Campobasso

Nonostante l’azzeramento della giunta, Antonio Battista del Partito Democratico ci riprova, con una proposta unitaria del centrosinistra. Ma la sfida a cinque è molto aperta anche in questo caso.

Maria Domenica D’Alessandro [centrodestra] 46,47%

Antonio Battista [centrosinistra] 26,62%

Roberto Gravina [M5S] 22,68%

Paolo Liberanome [Io Amo Campobasso] 5,86%

Orlando Iannotti [Movimento dei Forconi] 0,37%

Risultati amministrative 2019: Cesena

Sfida apertissima a Cesena: la città viene da due mandati consecutivi di Paolo Lucchi, del centrosinistra. A queste elezioni amministrative del 2019, sono ben sette le liste pronte a sfidarsi.

Antonio Barzanti [Casapound] 0,93%

Luca Capacci [Fondamenta] 1,05%

Claudio Capponcini [M5S] 8,64%

Davide Fabbri [Cesena in Comune] 2,97%

Enzo Lattuca [centrosinistra] 42,8%

Andrea Rossi [centrodestra] 33,8%

Vittorio Valletta [Cesena siamo noi] 9,79%

Risultati amministrative 2019: Cremona

Gianluca Galimberti del centrosinistra cercherà la sfida della riconferma per un secondo mandato. Ancora una volta, si avrà un’elezione dall’esito incertissimo con sette candidati in lizza.

Gianluca Galimberti [centrosinistra] 46,55%

Salvatore Malvezzi [centrodestra] 40,54%

Luca Nolli [M5S] 6,76%

Ferruccio Giovetti [La Cura di Cremona] 3,16%

Francesca Berardi [Cremona cambia musica] 1,52%

Diego Ratti [Casapound] 0,77%

Alberto Madoglio [Alternativa Comunista] 0,7%

Risultati amministrative 2019: Ferrara

Dopo due mandati dell’uscente di centrosinistra Tiziano Tagliani, la città che ha dato i natali all’ex ministro Dario Franceschini ha un dubbio nel suo futuro. L’avanzata di altre forze politiche ha creato una situazione decisamente confusa che ha portato alla presentazione di ben otto candidati. Per il centro dell’Emilia-Romagna, di 130mila abitanti è quasi un record.

Alan Fabbri [Centrodestra] – 48.50%

Aldo Modonesi [PD] – 31,63%

Roberta Fusari [+ Europa] – 8.63%

Tommaso Mantovani [M5S] – 6,86%

Alberto Bova [Ferrara in Comune-Ferrara concreta] – 2,35%

Francesco Rendine [Giustizia, Onore e Libertà] – 0.98%

Andrea Firrincielli [InnovaFE] – 0.66%

Giorgio Massini [Ferrara Libera] – 0.39%

 

Risultati amministrative 2019: Firenze

Dario Nardella punta a far continuare l’epopea renziana di Firenze e si candida per il secondo mandato. Per il centrodestra avrebbe un potere fortemente simbolico riuscire a espugnare questa roccaforte. Ma Nardella resta comunque favorito nei sondaggi, nonostante il centrosinistra in città si sia presentato diviso.

Dario Nardella [Pd, + Europa] – 57,20%

Ubaldo Bocci [Centrodestra] – 24,7%

Antonella Bundu [Sinistra Italiana] – 7,23%

Roberto De Biasi [M5S] – 6,6%

Andres Lasso [Verdi] – 1,7%

Fabrizio Valleri [Libera Firenze] – 0,8%

Gabriele Giacomelli [Partito Comunista] – 0,7%

Saverio Di Giulio [Casapound] – 0,49%

Risultati amministrative 2019: Foggia

Franco Landella del centrodestra è in corsa per un secondo mandato. In totale, ci saranno cinque liste che si contenderanno dei seggi in consiglio comunale nella città della Puglia.

Franco Landella [centrodestra] – 45,83%

Giuseppe Pippo Cavaliere [centrosinistra] – 34.07%

Giovanni Quarato [M5S] – 14,95%

Giuseppe Mainiero [Foggia in testa] – 2,85%

Giuseppe Pertosa [Lista Pertosa, Forza Foggia] – 2,30%

 

Risultati amministrative 2019: Forlì

A Forlì, nel corso di questa tornata elettorale, il sindaco uscente Davide Drei ha deciso di non presentarsi per un secondo mandato. Ci sono cinque liste a contendersi la poltrona di sindaco della città romagnola.

Gianluca Zattini [centrodestra] – 45.78%

Giorgio Calderoni [centrosinistra] – 37,08%

Daniele Vergini [M5S] – 10,93%

Marco Ravaioli [Forlì sicura] – 3.25%

Veronica San Vincente [L’Alternativa per Forlì] – 2.96%

 

Risultati amministrative 2019: Lecce

Carlo Salvemini, nonostante le dimissioni, ritiene che il percorso fatto fino a questo momento nella città salentina sia quello giusto. Ecco perché si ripresenta alla guida del centrosinistra per un secondo mandato. Avrà altri quattro sfidanti e al primo turno non potrà contare sull’appoggio della sinistra. Una delle figure storiche della politica locale, Adriana Poli Bortone, invece, punterà a rompere gli schemi dell’alleanza di centrodestra, dalla quale si è allontanata.

Carlo Maria Salvemini [Pd e altre liste di centro] –  50,79%

Saverio Congedo [centrodestra] – 33.26%

Adriana Poli Bortone [Movimento Sociale Fiamma Tricolore] – 9,76%

Arturo Baglivo [M5S] – 4,74%

Mario Fiorella [Sinistra comune] – 1,44%

 

Risultati amministrative 2019: Livorno

Il sindaco uscente del Movimento 5 Stelle Filippo Nogarin ha scelto la strada delle elezioni europee e quindi non si candiderà a un secondo mandato. Per i pentastellati, sarà difficile la conferma: il centrosinistra punta a riprendersi la sua storica roccaforte.

Luca Salvetti [centrosinistra] 34,23%

Andrea Romiti [centrodestra] 26,65%

Stella Sorgente [M5S] 16,24%

Marco Bruciati [Potere al Popolo] 14,35%

Marco Cannito [Città diversa, La Sinistra per Cannito sindaco] 2,65%

Barbara La Comba [Per Livorno insieme] 2,02%

Luigi Moggia [Partito comunista italiano] 1,72%

Carina Vitulano [Livorno in comune] 1,37%

Ina Dhimgjini [Livorno a Misura] 0,78%

Risultati amministrative 2019: Modena

Gian Carlo Muzzarelli ha lanciato la sua corsa per il secondo mandato. Il centrosinistra punta a mantenere l’amministrazione del comune di Modena, attraverso una lista unitaria. Diverse le civiche che renderanno più complesso l’obiettivo. Anche il centrodestra si presenta unito.

Giancarlo Muzzarelli [centrosinistra] – 53,60%

Stefano Prampolini [centrodestra] – 31.60%

Andrea Giordani [M5S] – 9.59%

Carolina Coriani [Modena volta pagina] – 3%

Cinzia Franchini [Modena ora] – 1.3%

Luca Ghelfi [Identità e azione] – 0.46%

Sergio Celloni [G.O.L] – 0.4%

Risultati amministrative 2019: Pavia

Massimo Depaoli, sindaco uscente, ha scelto una propria lista civica per cercare la rielezione. Impresa non semplice a Pavia, visti gli schieramenti in campo. Sei liste in tutto, tra cui quelle di centrodestra e centrosinistra e anche quella del movimento di Pizzarotti Italia in Comune.

Mario Fracassi [centrodestra] -53.12%

Ilaria Cristiani [centrosinistra] -30,96%

Massimo Depaoli [cittadini per Depaoli] -9.04%

Vincenzo Nicolaio [M5S] – 4.88%

Paolo Cattaneo [Rifondazione]– 1.06%

Stefano Spagoni [Italia in Comune] – 0,94%

 

Risultati amministrative 2019: Perugia

Dieci liste per Perugia. Altro record che determinerà una dispersione notevole delle preferene e contribuirà a rendere ancora più incerto l’esito delle elezioni. Il centrodestra punta a mantenere il controllo del capoluogo umbro, con la riconferma del sindaco uscente Andrea Romizi.

Andrea Romizi [centrodestra] 60,32%

Giuliano Giubilei [centrosinistra] 26,33%

Francesca Tizi [Movimento 5 Stelle] 6,8%

Katia Belillo [Perugia in Comune] 1,73%

Giordano Stella [Coscienza verde] 1,66%

Cristina Rosetti [#Noicittadini] 1,23%

Carmine Camicia [Perugia nel cuore] 0,64%

Marco Mandarini [Perugia partecipata] 0,55%

Antonio Ribecco [Casapound] 0,4%

Salvatore Iacobelli [Il Popolo della Famiglia] 0,26%

 

Risultati amministrative 2019: Pesaro

Sfida equilibrata a Pesaro, dove il candidato del centrosinistra Matteo Ricci cercherà la strada di un secondo mandato.

Matteo Ricci [centrosinistra] – 57.42%

Nicola Baiocchi [centrodestra] – 29.88%

Francesca Frenquellucci [M5S] -9.31%

Nicola Gianelli [Fuori Centro Sinistra verde solidale] – 1.87%

Claudio Nigosanti [Comunisti per Pesaro] – 0,96%

Francesco Scavolini [Servire Pesaro insieme] – 0,56%

 

Risultati amministrative 2019: Pescara

Otto candidati a Pescara, senza il sindaco uscente del centrosinistra Marco Alessandrini, che ha preferito non ricandidarsi per un secondo mandato. Sfida incerta

Carlo Masci [centrodestra] – 50,92%

Marinella Sclocco [centrosinistra] – 23,3%

Erika Alessandrini [M5S] – 13.06%

Carlo Costantini [Faremo grande Pescara] – 6,33%

Stefano Civitarese [Coalizione civica Pescara] – 2,65%

Gianni Teodoro [Scegli Pescara] – 2,39%

Gianluca Baldini [Riconquistiamo Pescara] – 0,74%

Mirko Iacomelli [Casapound] – 0,61%

 

Risultati amministrative 2019: Potenza

Potenza cambierà sindaco. L’uscente Dario De Luca (ex Fratelli d’Italia, appoggiato successivamente da una maggioranza di larghe intese) ha deciso di non ripresentarsi. Centrosinistra e centrodestra sembrano contendersi la poltrona di sindaco del capoluogo della Basilicata. Correrà anche Valerio Tramutoli per Basilicata Possibile, dopo l’ottimo 4% alle elezioni regionali dello scorso marzo.

Mario Guarente [centrodestra] – 44,03%

Valerio Tramutoli [Basilicata Possibile] -28,51%

Bianca Andretta [centrosinistra] – 18,50%

Marco Falconieri [M5S] – 7,11% 

Giuseppe Ferraro [Potenza nel Cuore] -1,86%

 

Risultati amministrative 2019: Prato

Il sindaco uscente Matteo Biffoni cercherà il bis per far restare Prato una città governata dal centrosinistra. La competizione elettorale prevederà otto candidati in totale per cercare di conquistare la poltrona di sindaco della città toscana.

Matteo Biffoni [centrosinistra] – 47.6%

Daniele Spada [centrodestra] – 34.7% 

Carmine Maioriello [M5S] – 7.2% 

Marilena Garnier [Per Prato] – 4.26% 

Aldo Milone [Prato libera e sicura] – 3,05%

Emilio Paradiso [Lega Toscana] – 1,28%

Roberto Lido Daghini [Comunisti per Prato] – 0,96%

Mirco Rocchi [Prato in comune] – 0,88%

 

Risultati amministrative 2019: Reggio Emilia

Campagna elettorale turbolenta a Reggio Emilia, caratterizzata anche da toni molto alti in virtù della presenza di politici elettorali ai comizi dei candidati. Il sindaco uscente del Partito Democratico Luca Vecchi cercherà un secondo mandato.

Luca Vecchi [centrosinistra]  48,86%

Roberto Salati [centrodestra] 28,48%

Rossella Ognibene [M5S] 14.72%

Cinzia Rubertelli [Alleanza Civica] 5.48%

Daniele Codeluppi [Reggio Emilia in comune] 2,47%

 

Risultati amministrative 2019: Rovigo

Voto anticipato anche a Rovigo, dopo l’infelice esperienza di Massimo Bergamin. Sette candidati in corsa per la carica di sindaco della città veneta.

Monica Gambardella [centrodestra] 38,45%

Edoardo Gaffeo [centrosinistra] 24,83%

Silvia Menon [Silvia Menon sindaco] 23,08%

Mattia Maniezzo [M5S] 6,19%

Ezio Conchi [Cambia Rovigo] 5,03%

Antonio Gianni Saccardin [Presenza Cristiana] 1,36%

Marco Venuto [Casapound] 1,07%

 

Risultati amministrative 2019: Urbino

Maurizio Gambini cercherà di ottenere un secondo mandato. Ci sono cinque candidati, ma la sinistra si presenterà divisa, con l’accordo che non è stato trovato tra il Partito Democratico e il campo dei progressisti alla sinistra dei dem.

Donato Demeli [Articolo 1-MdP] 2,5%

Maurizio Gambini [centrodestra] 54,2%

Gabriele Lauricella [M5S] 4,9%

Giorgio Londei [Prospettiva Urbino e altre liste civiche] 10,4%

Mario Rosati [Pd] 28,0%

Risultati amministrative 2019: Verbania

Silvia Marchionini del centrosinistra cercherà di ottenere un secondo mandato, dopo la prima elezione nel 2014. Verbania, oltre al voto per le europee 2019, sarà caratterizzata anche dal contesto piemontese, dove si vota anche per le regionali.

Giandomenico Albertelli [centrodestra] –43,64%

Silvia Marchionini [centrosinistra] – 38,73%

Roberto Campana [M5S] – 6,27%

Vladimiro Di Gregorio [Partito Comunista Italiano] – 3,12%

Loredana Brizio [Grande Nord] – 2,82%

Renato Brignone [Una Verbania Possibile] – 2,73%

Loredana Brizio [Grande Nord] – 2,82%

Patrich Rabaini [Comunità Vb] – 2,70%

 

Risultati amministrative 2019: Vercelli

Sette candidati per Vercelli e la candidata del centrosinistra Maura Forte che cercherà la riconferma, dopo il voto favorevole del 2014. Al primo turno, tuttavia, non avrà l’appoggio di +Europa.

Andrea Corsaro [centrodestra] –

Federico Bodo [+Europa]

Michelangelo Catricalà [M5S]

Giacomo Ferrari [Vercelli democratica]

Maura Forte [centrosinistra]

Alberto Profumo [SiAmo Vercelli]

Roberto Scheda [Uniti si vince]

Risultati amministrative 2019: Vibo Valentia

Corsa a 4 a Vibo Valentia, dopo che le vicessitudini politiche in città hanno provocato la caduta della giunte di centrodestra guidata da Elio Costa. Oltre ai tre tradizionali schieramenti, c’è anche la civica Fare! di Francesco Belsito.

Maria Limardo [centrodestra] – 57,81%

Stefano Luciano [centrosinistra] – 29,45%

Domenico Santoro [M5S] – 10,75%

Francesco Belsito [Fare!] – 1,99%