Frasi shock su Jole Santelli, la Rai cancella Morra da Titolo V

La decisione dei vertici dell'azienda ha scatenato diverse reazioni sui social, tra cui la raccolta di firme della ministra per le Pari opportunità

21/11/2020 di Redazione

Rai cancella Morra

La Rai cancella Morra da Titolo V e scoppia la polemica. Come non bastassero le reazioni alle frasi shock pronunciate dal presidente della commissione Antimafia sull’ormai ex presidente della Regione Calabria, la decisione dei vertici di viale Mazzini di cancellare l’invito di Morra alla trasmissione di Rai 3 ha fatto scoppiare nuove polemiche, dividendo i social tra chi plaude la scelta e chi invece a contesta.

LEGGI ANCHE > Morra shock su Santelli e la Calabria, esplode la polemica sui social

La Rai cancella Morra e il deputato denuncia la decisione

A denunciare la mossa con cui la Rai cancella Morra da Titolo V per le frasi su Jole Santelli è lo stesso presidente commissione Antimafia, che su Facebook rende nota la notizia facendo scoppiare un altro polverone. “Essendo arrivato a Napoli presso gli studi Rai per partecipare alla puntata odierna di ‘Titolo Quinto’ ho appreso dalla vicedirettrice di Rai3 che per decisione della Direzione di Rete viene annullata la mia partecipazione al programma – il messaggio di Morra – Questo dovevo dirvi, questo vi dico. Credo non si debba aggiungere altro. Loro non si arrenderanno mai, io neppure!”.

Essendo arrivato a Napoli presso gli studi RAI per partecipare alla puntata odierna di Titolo Quinto ho appreso dalla…

Posted by Nicola Morra on Friday, November 20, 2020

 

Le frasi sulla compianta presidente della Calabria, erano state pronunciate da Morra dopo l’arresto del presidente del Consiglio regionale calabrese, Domenico Tallini, ai domiciliari per concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico mafioso. Un intervento, quello del deputato pentastellato, che hanno scatenato una condanna quasi unanime con persino il Movimento CinqueStelle a prendere le distanze dal suo deputato, mentre il centrodestra continua a chiedere le sue dimissioni. Anche per questo, prima della sua cancellazione da Titolo V, Morra aveva cercato di fare marcia indietro chiedendo scusa, ribadendo “il massimo rispetto per chi vive la condizione della malattia, qualunque essa sia” e sottolineando che partendo dall’arresto di Domenico Tallini, il suo intervento puntava a sostenere che “l’elettorato debba essere pienamente responsabile delle scelte che effettua e perché questo avvenga c’è necessità di essere informato su tutto”.

La Rai cancella Morra e scoppia la polemica sui social

Frasi che evidentemente non sono bastate ai vertici di Viale Mazzini, che hanno deciso di escludere il deputato calabrese dalla trasmissione. Una decisione che però ha fatto scoppiare i social sul tema “la Rai cancella Morra”. Se infatti l’hashtag #Morradimettiti resta in tendenza e in molti hanno salutato la decisione con apprezzamento ribadendo la gravità delle frasi del deputato pentastellato, altrettanti hanno manifestato la loro rabbia per la decisione, accusando la Rai di “censura” e ricordando lo spazio tv dato al figlio di Riina o l’apologia di Mussolini da parte di Bruno Vespa.

E a difesa di Morra c’è anche una petizione su Change.org diretta alla ministra delle Pari Opportunità Elena Bonetti, dove si accusa Rai 3 di non aver rispettato “il diritto delle pari opportunità e il diritto di telespettatori nella scelta su chi ascoltare” parlando poi d “diritto enormemente leso poiché paghiamo un canone”.

Share this article